⦿ Ultim'ora

Onu vota il riconoscimento della Palestina e l’ambasciatore israeliano per protesta distrugge la Carta delle Nazioni Unite 

L’ambasciatore israeliano all’Onu, Gilad Erdan, durante l’Assemblea Generale, distrugge la Carta delle Nazioni Unite con un distruggi documenti per protestare contro il voto a favore del riconoscimento della Palestina

“Come potete vedere questo è quello che state facendo alla carta dei diritti umani con questo voto distruttivo.  – Dice Gilad Erdan – Voi state strappando la carta delle nazioni unite questo e quello che state facendo, state strappando la carta ONU. Vergognatevi. Grazie signor presidente”.

Queste le parole con il gesto di protesta dell’ambasciatore israeliano all’Onu Gilad Erdan, verso l’ Assemblea Generale dell’Onu, che  ha approvato una risoluzione che riconosce la Palestina come qualificata per diventare membro a pieno titolo delle Nazioni Unite, e raccomanda al Consiglio di Sicurezza di “riconsiderare favorevolmente la questione”.

Il via libera del Consiglio di Sicurezza (dove gli Usa il mese scorso hanno posto il veto) è condizione necessaria per un’eventuale approvazione piena. Il testo ha ottenuto 143 voti a favore, 9 contrari e 25 astensioni.

Israele, con la Palestina aprite l’Onu ai nazisti moderni – “Avete aperto le Nazioni Unite ai nazisti moderni”. Lo ha detto l’ambasciatore israeliano all’Onu Gilad Erdan prima del voto in Assemblea Generale della risoluzione che riconoscerebbe la Palestina come qualificata per diventare membro a pieno titolo dell’organizzazione internazionale. “Questo giorno rimarrà ricordato nell’infamia”, ha aggiunto, parlando di uno “stato terrorista palestinese che sarebbe guidato dall’Hitler dei nostri tempi”. “State facendo a pezzi la Carta Onu con le vostre mani”, ha detto passando alcune pagine del documento in un tritacarte.