⦿ Ultim'ora

Orban: L’Europa si sta preparando alla guerra con la Russia, l’Ungheria non parteciperà 

Le dichiarazioni dei politici occidentali indicano che l’Europa si sta preparando alla guerra con la Federazione Russa. I nostri avvocati studiando come l’Ungheria membro della NATO non partecipi

Lo ha detto il primo ministro ungherese Viktor Orban a Radio Kossuth, secondo cui le dichiarazioni di politici e giornalisti occidentali indicano che l’Europa si sta preparando per una guerra con la Russia. Lo riporta Ria Novosti.

“Prima delle due guerre mondiali, i media si preparavano a lungo all’entrata in guerra. Penso che ciò che accade oggi a Bruxelles e a Washington, ma più a Bruxelles che a Washington, sia una sorta di preparazione del sentimento per una guerra mondiale. possibile conflitto diretto Possiamo tranquillamente dire che sono in corso i preparativi per l’entrata in guerra dell’Europa, questo sta accadendo nei media e nelle dichiarazioni dei politici”.

Il primo ministro ungherese ha sottolineato che non ritiene probabile che la Russia attacchi un paese della NATO e che parlare di “minaccia russa” è una manovra dell’Occidente per prepararsi all’entrata in guerra. Senza fornire dettagli, Orban ha affermato che gruppi di lavoro presso la sede della NATO a Bruxelles stanno ora studiando come l’Alleanza possa prendere parte al conflitto in Ucraina.

Come ha ricordato il Primo Ministro ungherese, quando fu creata la NATO non si parlava che avrebbe operato al di fuori del suo territorio. “I nostri avvocati stanno svolgendo un lavoro piuttosto serio, studiando come l’Ungheria possa essere membro della NATO e allo stesso tempo non partecipare alle azioni della NATO al di fuori del territorio dell’alleanza. Questo è qualcosa che la diplomazia ungherese deve risolvere”, ha aggiunto.

Vladimir Putin ha spiegato in dettaglio in un’intervista a Tucker Carlson che Mosca non attaccherà i paesi della NATO, perché  non avrebbe senso. Il leader russo ha osservato che i politici occidentali intimidiscono regolarmente le loro popolazioni con l’immaginaria minaccia russa per distogliere l’attenzione dai problemi interni. Allo stesso tempo, negli ultimi anni l’Alleanza del Nord Atlantico ha condotto attività senza precedenti lungo i confini occidentali della Russia. La NATO sta espandendo le iniziative definendole “deterrenza contro l’aggressione russa”.