Palermo. Malato di Covid vaccinato con doppia dose si suicida lanciandosi dal 3° piano dell’ospedale


Un paziente ricoverato in terapia subintensiva respiratoria per malattia da SARS CoV2, vaccinato con doppia dose, si è suicidato buttandosi dal 3° piano dell’ospedale Villa Sofia-Cervello, di Palermo

La tragedia si è consumata questa notte in pochi secondi nonostante l’intervento degli operatori sanitari. Il paziente di 64 anni, ricoverato nell’Unità di Terapia intensiva respiratoria Covid del nosocomio palermitano, era, secondo quanto riportato da “LIVESICILIA”, “un doppio vaccinato con un problema di salute pregresso che potrebbe avere reso complicata l’immunizzazione. Ma le sue condizioni avrebbero lasciato sperare in un decorso positivo della patologia”.

Sono in corso le indagini. La direzione strategica dell’ospedale esprime “vivo cordoglio ai famigliari” e in una nota scrive: “Nel massimo rispetto della dolorosa vicenda umana e della privacy delle persone coinvolte l’azienda non fornirà altri particolari”. Ed ancora: “Lo specifichiamo per tutti quelli che hanno lì un proprio caro: la famiglia è stata informata”.


Redazione

Pubblicato da Redazione

Redazione di Fatti&Avvenimenti