Palma di Montechiaro. Guardia Costiera e Polizia sequestrano 700kg di seppie pescate abusivamente: andranno in beneficenza

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Il pescato – dichiarato commestibile e fresco dall’Asp – sarà devoluto interamente ad enti caritatevoli

Ieri mercoledì 17 Aprile, gli uomini della Capitaneria di Porto – Guardia Costiera di Porto Empedocle, al Comando del Capitano di Fregata Gennaro FUSCO, congiunta con gli Agenti del locale Commissariato di Polizia, hanno portato a termine un’importante operazione di contrasto nei confronti della pesca abusiva di seppie a Palma di Montechiaro.

I militari, sono entrati in azione su richiesta della Polizia di Stato, riguardo la presenza di due grossi furgoni sospetti, sul litorale di Marina di Palma, che erano stati caricati con un ingente quantitativo di seppie.

Avviati i controlli, i due mezzi sono stati scortati presso il Commissariato di Polizia di Palma, dove si è proceduto ad una accurata ispezione. Grazie ai controlli sono saltate fuori ben 108 cassette di seppie per un totale di 302 Kg sul primo mezzo e 127 cassette di seppie sul secondo mezzo per un totale di 389 Kg.

Tutti i prodotti ittici sono risultati privi di tracciabilità in quanto provenienti da una pesca di tipo abusivo, si è proceduto alla verbalizzazione dei due trasgressori proprietari dei mezzi e al sequestro della merce. In seguito sono stati contattati i medici dell’ Azienda Sanitaria Provinciale di Agrigento per un controllo delle specie ittiche, dichiarate idonee al consumo umano, trattandosi di prodotto freschissimo.

Il prodotto sequestrato, per un totale complessivo di circa 700 Kg, verrà donato ad enti caritatevoli, come previsto dalla normativa in vigore.


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Precedente Ribera. Wi-Fi gratuito in piazza anche per non residenti: "Internet mezzo di informazione e servizi" Successivo Catania. Detenuto fugge a piedi durante sosta carburante: è caccia all'evaso