⦿ Ultim'ora

Parigi. Trovate 5 bare alla Tour Eiffel con sopra bandiera Francese: “soldati francesi in Ucraina”. Tre gli arrestati

Ieri mattina davanti alla Tour Eiffel sono state ritrovate cinque bare con sopra la bandiera francese, un atto provocatorio verso Macron che ha più volte manifestato l’intenzione di inviare i suoi soldati a combattere in Ucraina

Le bare  erano riempite di gesso e ricoperte da una bandiera francese, particolari che secondo gli investigatori sono da interpretare come un gesto pro Russia. Gli autori della provocazione sono un bulgaro, un tedesco e un ucraino, che sono stati rintracciati dalla polizia e arrestati. L’inchiesta dovrà stabilire un'”eventuale ingerenza straniera” nell’organizzazione dell’azione.

Il primo ad essere fermato dalla polizia – nei dintorni della Tour Eiffel – è stato il conducente del furgone utilizzato per trasportarle. L’uomo ha dichiarato di essere stato “pagato 40 euro per trasportare gli uomini e il carico”. Sarebbe arrivato dalla Bulgaria. Altri due, di nazionalità ucraina e tedesca, sono stati fermati mentre stavano per prendere “un pullman per Berlino” alla stazione di Bercy, a est di Parigi.

Gli inquirenti ipotizzano l’esistenza di un legame fra questo episodio e un altro – recente – per il quale si è sospettata “l’ingerenza straniera”: i tag delle “mani rosse” tracciati nella notte fra il 13 e il 14 maggio sul muro del memoriale dell’Olocausto a Parigi, un fatto per il quale sono sospettate tre persone fuggite all’estero.

Ad ottobre, dopo l’inizio della guerra successiva all’attacco di Hamas ad Israele, alcune facciate di edifici di Parigi e dintorni erano state imbrattate con stelle di David. Era stata fermata, con l’accusa di esserne gli autori, una coppia di moldavi ma le autorità francesi hanno imputato l’azione ai servizi russi. Per entrambi questi due casi, il ministro degli Esteri, Stéphane Séjourné, ha parlato di “esecutori pagati per destabilizzare e approfittare delle divisioni della società francese”.