⦿ Ultim'ora

Pentagono: “L’Occidente fornirà a Kiev non solo gli F-16, ma anche le armi che servono per bombardare” 

“Non si tratta solo degli aeroplani, ma anche dell’addestramento dei piloti, dell’addestramento della manutenzione e anche della garanzia di avere i sistemi d’arma adatti”

Lo ha affermato il presidente dei capi di stato maggiore congiunti degli Stati Uniti, generale Charles Brown. Lo riporta la Tass. “Mentre introduciamo gli F-16, non si tratta solo degli aeroplani, ma anche dell’addestramento dei piloti, dell’addestramento della manutenzione e anche della garanzia di avere i sistemi d’arma adatti”, ha detto in un’udienza al Comitato per i servizi armati della Camera degli Stati Uniti il generale Charles Brown. 

Kiev ha dichiarato all’inizio di aprile che cinque gruppi di piloti ucraini venivano addestrati a pilotare aerei da caccia F-16 statunitensi nel Regno Unito, Danimarca, Stati Uniti e Francia. Alla fine di agosto 2023, i Paesi Bassi hanno dichiarato che avrebbero trasferito 42 F-16 all’Ucraina, mentre Copenaghen ha promesso a Kiev 19 di questi velivoli.

Il presidente russo Vladimir Putin ha avvertito che gli F-16 possono essere portatori di armi nucleari e Mosca ne terrà conto nelle sue operazioni di combattimento. L’esercito russo da tempo ha distrutto quasi tutti gli aeroporti per impedire che Kiev utilizzi i suoi aerei, non è difficile quindi immaginare che quei pochi ancora operativi verranno resi inagibili. Inoltre Mosca ha avvertito l’Occidente che nel caso questi F-16 partissero da aeroporti di altri Paesi, quest’ultimi saranno considerati bersagli legittimi.