Percolato su via Garibaldi, Tagliavia ai consiglieri: “Dimettetevi in massa”


Si perpetua il degrado in Via Garibaldi, sporcata ancora una volta dai mezzi della nettezza urbana, paradossalmente preposti alla pulizia della Città di Sciacca.

strada-pergolato

“Ma è mai possibile in una Città “normale” che il centro storico sia pulito e la raccolta della spazzatura venga effettuata da super camion che oltre a strisciare il marmo travertino e il ciottolato lo pervadano di percolato? – si chiede il noto esponente politico renziano Giovanni Tagliavia, che ci ha segnalato nuovamente la vicenda – E’ da città Turistica e Normale che le strade siano sporche e macchiate di olio e grasso perduto dal camion della spazzatura? E’ troppo chiedere di vivere in una città normale dove chi sporca viene punito e chi è pagato per pulire pulisca e non sporchi?

E’ troppo – continua –  chiedere che la città venga rispettata principalmente da chi è pagato dai cittadini per tenerla pulita?”

Tagliavia chiede che nessun consigliere della maggioranza si erga a “difensore”, assumendo il ruolo di “cane da guardia” firmando quelle che definisce “veline di segreterie: “che nessuno mi tacci di far politica – dice  – perchè io amo la mia Città, mentre voi – riferito all’amministrazione – non la amate e quando ero Capo di Gabinetto della Giunta dell’Avv Cucchiara queste “vicende” le avrei risolte, come le risolvevo, con una telefonata e basta”.

E se “Atene piange, Sparta non ride”, Tagliavia continua il suo duro attacco chiedendo cosa facciano i consiglieri di opposizione.

La segnalazione di Tagliavia si chiude invitando tutti i consiglieri in carica a dimettersi in massa e “liberare” così la Città, ridando la parola ai cittadini esausti di “festa farina e forca”.


Pubblicato da Sean Gulino

Giornalista Direttore responsabile di Fatti&Avvenimenti. Nato a Partinico (PA), ma saccense. Ha sempre vissuto a Sciacca, dove fin da giovanissimo si è appassionato alla politica locale. Scrive da quando aveva 17 anni, scrive di tutto perché "così è giusto che sia". Ha scritto principalmente per il giornale ControVoce di Sciacca e per il Fatti&Avvenimenti, ma suoi articoli sono apparsi anche sui quotidiani La Valle dei Templi.net, LinkSicilia (MeridioNews), La Voce di New York e tanti altri giornali agrigentini, regionali, nazionali ed internazionali. Da Gennaio 2017 è corrispondente italiano per la rivista francese Lumieres Internationales Magazine. Scrittore a tempo perso. E' anche uno studente di Giurisprudenza. Coltiva da anni la passione della musica e del canto ed ha una sua band. Non chiedetegli cosa voglia fare da grande, perché non lo sa.