Piazza Armerina (EN). Spara a un cane randagio entrato nella sua proprietà: 73enne denunciato


Un pensionato 73enne è stato denunciato dai carabinieri perché avrebbe sparato ad un cane randagio, che era entrato nella sua proprietà

Il fatto è accaduto a Piazza Armerina in provincia di Enna. La notizia è stata resa nota dal Wwf Sicilia centrale che “esprime profonda indignazione e deplora questo orribile fatto: non è assolutamente accettabile che ancora oggi accadano simili barbarie!”.

L’autore di questa “bravata” che fortunatamente non ha causato la morte del cane, è un pensionato di 73 anni, titolare di licenza di porto di fucile sportivo per tiro a volo e detentore di ben cinque fucili e numerose cartucce da caccia, tutte ritirate in via precauzionale, dai carabinieri intervenuti sul posto.

Secondo quanto comunicato, l’anziana avrebbe sparato con il fucile ad un randagio incrocio di razza setter, perché si “era permesso” di entrare nelle su proprietà, ma gli spari hanno attirato l’attenzione dei passanti che hanno contattato il 112.

I militari giunti sul posto hanno constatato l’accaduto e il personale veterinario dell’ASP di Enna ha prestato le prime cure al cane ferito. Il pensionato è stato denunciato alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Enna.

Anna Schirò, vicepresidente del Wwf Sicilia Centrale dichiara: “Abbiamo già dato mandato al nostro ufficio legale di predisporre tutti gli atti necessari affinché l’Associazione si possa costituire, presso il Tribunale di Enna, come parte civile nel processo che dovrà giudicare le penali responsabilità dell’uomo e ai cittadini più sensibili chiediamo di segnalare sempre ogni abuso e maltrattamento sugli animali”.


Redazione

Pubblicato da Redazione

Redazione di Fatti&Avvenimenti