Poliziotto ubriaco travolge e uccide un 17enne sullo scooter: arrestato dopo i risultati dell’alcoltest

Tragico incidente nella notte: un agente di polizia ha travolto è ucciso un giovane su una moto. Dopo i risultati dell’alcoltest è stato posto ai domiciliari


È accaduto intorno alle 23 di domenica sera a Paese, piccolo centro in provincia di Treviso. La vittima è Davide Pavan, di appena 17 anni, che abitava a Morgano, piccolo comune del trevigiano poco distante dall’aeroporto di Istrana.

Secondo quanto ricostruito il ragazzo aveva appena accompagnato a casa la fidanzata, dopo aver trascorso con lei il pomeriggio, quando è stato travolto da un’auto guidata da un agente di polizia di 28 anni in servizio alla Questura di Treviso, che giungeva dal senso opposto. Nel terribile urto frontale il 17enne è stato sbalzato sulla strada, a qualche metro di distanza, per poi cadere rovinosamente sull’asfalto.

Sul posto sono arrivati i soccorsi e gli uomini del 118 non hanno potuto fare nulla per il giovane se non costatarne il decesso. Il poliziotto è rimasto ferito ma non gravemente ed è stato subito sottoposto agli esami previsti in questo casi, che secondo quanto si è appreso, avrebbero rilevato un tasso alcolemico tre volte superiore al limite, in conseguenza dei quali i carabinieri l’hanno arrestato e posto ai domiciliari con l’accusa di omicidio stradale.

La famiglia Pavan in provincia di Treviso è molto conosciuta, il padre Claudio è titolare di un’azienda di scavi, con sede vicino alla villa di famiglia con vista sul Sile. Davide che frequentava la quarta classe all’Itis Planck di Treviso, indirizzo automazione, lascia la mamma Barbara e un fratello di 15 anni.

Lascia un commento