⦿ Ultim'ora

Putin, discorso alla parata del “Giorno della Vittoria”: La “giustificazione del nazismo è  parte della politica dell’occidente”

“Il destino della patria e il futuro dipendono da ognuno di noi”. La “giustificazione del nazismo” è “ora parte” della politica delle “elite occidentali” ma “la Russia farà di tutto per prevenire un scontro globale”

Questo il senso del discorso che il presidente russo Vladimir Putin ha rivolto ai presenti sulla Piazza Rossa di Mosca, dove è in corso la parata della Vittoria sulla Germania nazista, per il 79esimo anniversario della Vittoria nella Grande Guerra Patriottica (la II guerra mondiale), trasmessa dalla tv russa.

Putin ha subito parlato della contrapposizione con l’Occidente e alla fine del discorso si è messo a parlare sorridente con un veterano della II guerra mondiale, che non ha smesso di ascoltare, anche durante la sfilata dei militari dei diversi corpi. La “giustificazione del nazismo” è “ora parte” della politica delle “elite occidentali” ma “la Russia farà di tutto per prevenire un scontro globale, ma allo stesso tempo non permetteremo a nessuno di minacciarci”, ha detto Putin.

Il presidente russo stesso ha voluto puntualizzare che la parata si tiene mentre la Russia è impegnato nella guerra in Ucraina, da oltre due anni. “Ci rivolgiamo alla generazione dei vincitori, coraggiosamente nobile, con la sua capacità di coltivare l’amicizia e sopportare con fermezza le avversità, avere sempre fiducia in se stessa e nel suo paese e amare sinceramente e altruisticamente la propria patria: celebriamo il Giorno della Vittoria nel contesto di un’operazione militare speciale”.

Poi ha lanciato un avvertimento all’Occidente: “Le nostre forze strategiche sono sempre pronte al combattimento” ha sottolineato Putin parlando dalla parata per l’anniversario della vittoria sul nazismo.