⦿ Ultim'ora

Putin oggi in visita in Nord Corea: “sostegno incessante”. Usa “preoccupati per rapporto sempre più stretto”

Il presidente russo Vladimir Putin che oggi sarà in visita in Corea del Nord, ha ringraziato il Paese per il suo “fermo sostegno” alla guerra di Mosca in Ucraina 


Lo riportano i media nordcoreani in un’intervista pubblicata in attesa dell’arrivo del presidente russo a Pyongyang, previsto per stasera. La visita, la prima in 24 anni, punta a rafforzare i legami di difesa tra i Paesi, entrambi dotati di armi nucleari.

La Russia e il Nord “stanno sviluppando attivamente una partnership multilaterale”, ha detto Putin, il cui viaggio eleverà la relazione a un “livello più alto”, e ha aggiunto che si va verso “una cooperazione paritaria” tra i due alleati. Entrambi i Paesi sono soggetti a sanzioni Onu: Pyongyang dal 2006 per i programmi nucleari e missilistici vietati, e Mosca per la guerra in Ucraina.

Inoltre il leader russo ha assicurato alla Corea del Nord che la Russia la sosterrà “incrollabilmente” in futuro, in un articolo pubblicato dai media ufficiali di Pyongyang. Nel testo, pubblicato dal quotidiano Rodong Sinmun e dall’agenzia di stampa KCNA, Putin ha anche affermato che la Corea del Nord “sostiene fermamente” l’intervento militare della Russia in Ucraina e l’ha ringraziata per questo.

Gli Stati Uniti sono “preoccupati” per il “rapporto sempre più stretto” tra Russia e Corea del Nord, ha detto John Kirby in una conferenza stampa. Interpellato sulla visita di Vladimir Putin in Corea del Nord oggi – martedì 18 giugno – e domani per firmare “documenti importanti”, il portavoce del Consiglio di sicurezza nazionale della Casa Bianca ha assicurato di “non essere preoccupato” per questo viaggio, che ha definito “un’offensiva di fascino” da parte del presidente russo. “Ciò che ci preoccupa, tuttavia, è l’approfondimento delle relazioni tra questi due Paesi”, ha detto, sottolineando “l’impatto che ciò avrà sul popolo ucraino”. “Sappiamo che i missili balistici nordcoreani vengono ancora utilizzati per colpire obiettivi ucraini”, ha detto. Inoltre, “potrebbe esserci una certa reciprocità che potrebbe incidere sulla sicurezza della penisola coreana”. “Monitoreremo la cosa molto da vicino”, ha concluso Kirby.