Crea sito

Raffadali. Tunisino 36enne ricatta 70enne: “dammi i soldi o pubblico i nostri video osè”. Arrestato

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Un tunisino trentaseienne è stato arrestato dai carabinieri della stazione di Raffadali con l’accusa di tentata estorsione. L’immigrato avrebbe chiesto soldi ad una donna con la minaccia di pubblicare i video osé che li ritraevano insieme se non avesse ricevuto quanto richiesto

La vittima è una donna settantenne di Raffadali in provincia di Agrigento, che sembra, in passato avesse avuto una relazione sentimentale con il tunisino, il quale a sua insaputa, durante gli incontri privati l’ha ripresa e poi realizzato alcuni video con immagini molto compromettenti.

L’uomo ad un certo punto ha deciso di “utilizzare” i filmati e dapprima avrebbe chiesto un contratto di lavoro, poi è passato al ricatto chiedendo 100 euro per cancellare quei video altrimenti li avrebbe pubblicati. La settantenne però, probabilmente ha capito che pagando quei soldi non avrebbe risolto il problema con il tunisino che avrebbe continuato a ricattarla all’infinito ed ha deciso di chiedere l’intervento dei carabinieri di Raffadali.

Così la donna all’appuntamento fissato per consegnare i soldi non si è presentata sola ma con militari che la guardavano a distanza. Arrivati nel luogo concordato, la vittima ha incontrato l’immigrato e non appena ha preso i soldi per consegnarli, i carabinieri sono intervenuti,  arrestando l’uomo beccato in flagranza di reato. Il tunisino pare abbia anche tentato di scappare ma è stato immediatamente bloccato e portato in caserma. Dopo le formalità di rito è stato trasferito nella casa circondariale in attesa dell’udienza di convalida.


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Redazione

Pubblicato da Redazione

Redazione di Fatti&Avvenimenti

Lascia un commento