Ragazzo con problemi psichici, sevizia e brucia il cane poi tenta di accoltellare la madre


Un paio di giorni fa era stato ritrovato un cane, che era stato prima seviziato, poi ucciso e dato alle fiamme, ma l’autore del gesto era rimasto ignoto.

polizia2

Le immagini avevano fatto il giro del web e provocato ondate di sdegno.

Il mistero di quel povero cane gettato tra i rifiuti del quartiere Provvidenza a Caltanissetta, è stato tristemente svelato l’altro ieri in tarda serata , perché l’autore, stava – probabilmente – per compiere il bis, ma questa volta sulla propria madre. Tragedia evitata, solo grazie all’arrivo tempestivo delle volanti della polizia.

Un ventenne con problemi psichici, si sarebbe scagliato contro la madre con un coltello nel chiaro intento di ucciderla. La donna terrorizzata, è riuscita a mettersi in salvo rifugiandosi dentro una stanza e chiudendo la porta. contemporaneamente la sorella del giovane, chiamava il 113.

All’arrivo della polizia il ragazzo non avrebbe fatto particolare resistenza ed è stato disarmato per poi essere trasferito al reparto di psichiatria con il suo stesso consenso.

Secondo quanto riferito agli agenti dalla sorella, il ragazzo si era accanito contro il cane di famiglia per futili motivi fino a decidere di impiccarlo per il collo, picchiarlo per poi alla fine dargli fuoco e gettarlo in un cassonetto del quartiere Provvidenza dove la famiglia abita.


Redazione

Pubblicato da Redazione

Redazione di Fatti&Avvenimenti