Crea sito

Ribera. Montalbano si dimette da assessore: priorità alla candidatura a sindaco “#ViviAmoRibera”

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Powered by Rock Convert

Francesco Montalbano, si dimette da assessore del Comune di Ribera. Una scelta legata alla sua già annunciata candidatura a sindaco per le prossime elezioni amministrative di primavera

Per fare il “grande passo”, Montalbano scrive una dettagliata lettera, nella quale fa un excursus del suo lavoro come amministratore della città crispina e traccia le linee delle prossime mosse nella campagna elettorale che incombe. Non mancano i ringraziamenti a quanti ha avuto vicino in questa avventura amministrativa.

Di seguito la lettera integrale.

Carissimi Concittadini, dopo attenta riflessione ed accurata valutazione oggi ho rassegnato le dimissioni da Assessore del comune di Ribera.
Già nel mese di novembre u.s. quando ho ufficializzato la candidatura a Sindaco avrei preferito al contempo dimettermi, in tale periodo però erano in scadenza una serie di attività e progetti che dipendevano dalle deleghe affidatemi.

Avendo dovuto scegliere tra le mie “convenienze elettorali” e il vantaggio per la collettività, non ho avuto dubbi e con grande senso di responsabilità e con l’impegno che ha sempre contraddistinto la mia condotta amministrativa ho deciso di andare avanti per garantire l’attivazione e la prosecuzione dei servizi, tra l’altro in buona parte in favore delle fasce più deboli e fragili della nostra comunità.

È arrivato il momento di lasciare l’incarico che per me è stato solo un servizio a cui mi sono dedicato con passione, impegno e amore.

Ritengo tale decisione necessaria e moralmente indispensabile perché interrompe la possibilità di compiere scelte che potrebbero essere orientate da opportunistici interessi elettorali, lasciandomi libero di dedicarmi al ruolo di candidato senza condizionamenti di alcun tipo.

È arrivato il momento di dedicarmi ad un progetto politico più ampio che metta al centro le famiglie, i giovani, le associazioni, ma soprattutto la gente comune, distante dai condizionamenti, dai tatticismi e dagli schemi del vecchio modo di intendere la politica.
Porto con me una esperienza della quale ho sentito l’onore del ruolo e l’onere della fatica quotidiana finalizzata a valorizzare le aree di competenza per le quali ho svolto la mia azione di amministratore.

Lascio con la consapevolezza di essermi impegnato nei limiti delle mie possibilità e delle deleghe assegnatemi.

Lascio con la gioia nel cuore di aver fatto ritornare la nostra piazza il luogo di incontro dei giovani e delle famiglie.

Lascio con l’orgoglio di avere acceso il fuoco della partecipazione attiva della cittadinanza al progetto di crescita della nostra Ribera.

Concludo con un cordiale e affettuoso ringraziamento a tutti i collaboratori e ai Sindaci del territorio per l’impegno, la sollecitudine e soprattutto l’affetto con cui mi hanno accompagnato e aiutato a realizzare le attività.

Un ringraziamento al Sindaco, ai colleghi della Giunta e del consiglio comunale, e a tutti i dipendenti comunali. Ma il ringraziamento più grande va ai cittadini, ai comitati, alle associazioni e ai tanti ragazzi con cui a vario titolo in questi due anni ho avuto modo e occasione di collaborare e che mi hanno supportato con slancio, entusiasmo, idee e progetti volti a realizzare le varie iniziative del progetto “#ViviAmoRibera”.”


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Redazione

Pubblicato da Redazione

Redazione di Fatti&Avvenimenti