Ribera. Pace interviene sui rifiuti nei pressi dell’Ospedale: “ci sia collaborazione e senso civico”


Carmelo Pace Sindaco di Ribera, interviene sulla vicenda della foto circolate, relative ai cumuli di spazzatura depositati nei pressi dei cassonetti all’interno dell’ospedale civico.

ospedale-di-ribera

I rifiuti per la cronaca, sono stati già tolti dalla SOGEIR, facendo così rientrare le varie proteste e segnalazioni.

Intanto i Vigili urbani, nell’intento di trovare gli autori dell’incivile gesto, stanno visionando i filmati registrati dalle telecamere di video-sorveglianza, posizionati all’interno del luogo, che sono attive ininterrottamente per 24 ore. La polizia municipale inoltre ricorda ai cittadini, che se individuati, ai violatori verranno inflitte sanzioni pecuniarie salate.

Dalle prime notizie trapelate pare, che a depositare i rifiuti non siano stati dipendenti dell’Azienda ospedaliera, ma normali cittadini al di fuori dell’ambiente lavorativo.

Carmelo Pace sull’accaduto commenta: “il mio auspicio è quello di riscontrare la collaborazione e il senso civico dell’intera collettività. Basterebbe un piccolo sforzo da parte di tutti i cittadini ed usufruire del servizio porta a porta, piuttosto che avvalersi del territorio riberese come discarica a cielo aperto“.

Sulla vicenda è intervenuta con una nota stampa a nche l’Asp di Agrigento: “è prontamente rientrata nel corso della mattinata di oggi la problematica connessa alla notevole quantità di rifiuti accumulatasi presso i cassonetti dell’area interna all’ospedale “fratelli Parlapiano” di Ribera. Una proficua interlocuzione fra il direttore sanitario di presidio, Adriano Cracò, il sindaco di Ribera, Carmelo Pace, ed il commissario straordinario della Sogeir, Salvatore Gueli, ha consentito di poter approntare un ritiro straordinario dei rifiuti già alle ore otto di questa mattina. Oltre all’intervento tampone, ed è questo l’elemento certamente di maggior rilievo, il dialogo costruttivo fra le parti ha consentito di concordare con la Sogeir l’incremento dei turni settimanali di prelievo con l’aggiunta di un ulteriore ritiro. L’unico turno, finora, per la raccolta del secco indifferenziabile raddoppia e si affianca ai tre, già attivi, per la raccolta dell’umido e ai due per il secco differenziabile. Inoltre la ditta Sogeir si è impegnata a fornire all’ospedale dei nuovi contenitori che ottimizzeranno le azioni di raccolta differenziata già avviate nel presidio.
Nel corso della mattina un’ispezione ai rifiuti ha consentito, peraltro, di determinare che una cospicua percentuale del materiale conferito presso i cassonetti dell’ospedale proviene in realtà dalle utenze domestiche del circondario. A questo proposito l’Asp di Agrigento ricorda alla cittadinanza che è proibito gettare immondizia presso i contenitori del presidio ospedaliero e che eventuali trasgressori saranno segnalati all’autorità competente anche grazie all’uso delle immagini delle telecamere di sorveglianza”.

 


Redazione

Pubblicato da Redazione

Redazione di Fatti&Avvenimenti