Ribera, quartieri al buio. Vassallo presenta interrogazione grazie alle segnalazioni sui social


Il Consigliere Comunale Benedetto Vassallo ha presentato un’interrogazione al Sindaco di Ribera Carmelo Pace.

Il Consigliere chiede di sapere se è intendimento dell’Amministrazione risolvere ed in quali tempi le criticità segnalate in allegato alla presente, che fa parte integrante del presente documento, a cui si aggiungono anche: Lungomare C. Colombo, al civico 77; Borgo Bonsignore, viale del bosco marino: palo assente e illuminazione carente; Via Circonvallazione, al civico 16; Via Lupa, tratto Corso F. Crispi – Via Scuole; Corso F. Crispi, tratto Corso Umberto – Via Roma; Via Millefiori; Piazza Matteotti: non è mai stato effettuato l’adeguamento della vecchia e obsoleta illuminazione con la nuova tipologia di illuminazione come avvenuto, invece, in gran parte del territorio; Via Salvo Galante; Via valle, al civico 4.

“Ogni giorno – dice il consigliere – ricevo segnalazioni dai miei concittadini e discuto con loro sia personalmente che attraverso i social media. Su Facebook, in particolare, raccolgo lamentele di ogni genere sui tanti disservizi con cui si è costretti a convivere a Ribera: dai problemi legati al servizio idrico integrato a quelli derivanti dal manto stradale disastrato, dal degrado delle periferie e del centro storico alla sporcizia della città, dai problemi degli agricoltori abbandonati a loro stessi alla mancanza di cura dei servizi più elementari e tanto altro ancora.

Una delle emergenze che desta allarme in città e alimenta polemiche è il malfunzionamento del servizio di illuminazione pubblica. – scrive Vassallo – Un servizio che costa ai cittadini riberesi più di 600 mila euro annui e che è ben lontano dal garantire un minimo di decoro e di sicurezza pubblica: interi quartieri lasciati al buio per lunghi periodi di tempo e lampioni divelti e mai più ripristinati. Un disastro. Per tale ragione ho chiesto ai riberesi di segnalarmi, attraverso la mia pagina Facebook, le criticità specifiche del servizio di illuminazione pubblica invitandoli ad indicarmi le strade lasciate al buio ed i lampioni arbitrariamente eliminati senza essere più sostituiti.

Il risultato è stato clamoroso: tantissimi concittadini hanno segnalato strade, quartieri, contrade e borgate estive prive di illuminazione anche da mesi ed espresso la propria rabbia ed irritazione per essere stati abbandonati dall’Amministrazione comunale nonostante le continue segnalazioni e, fatto scandaloso, l’esosa spesa a carico del Comune a cui contribuiscono in modo sostanziale i cittadini attraverso il pagamento delle salatissime tasse locali.

Nel rispetto dell’impegno preso con i cittadini e del ruolo che ricopro, quindi, ho tratto spunto dalle stesse stilando un elenco, molto probabilmente non esaustivo, dei problemi legati all’illuminazione pubblica a Ribera. Ora non ci sono più alibi: bisogna intervenire senza indugi e risolvere le criticità segnalate”.


Pubblicato da Sean Gulino

Giornalista Direttore responsabile di Fatti&Avvenimenti. Nato a Partinico (PA), ma saccense. Ha sempre vissuto a Sciacca, dove fin da giovanissimo si è appassionato alla politica locale. Scrive da quando aveva 17 anni, scrive di tutto perché "così è giusto che sia". Ha scritto principalmente per il giornale ControVoce di Sciacca e per il Fatti&Avvenimenti, ma suoi articoli sono apparsi anche sui quotidiani La Valle dei Templi.net, LinkSicilia (MeridioNews), La Voce di New York e tanti altri giornali agrigentini, regionali, nazionali ed internazionali. Da Gennaio 2017 è corrispondente italiano per la rivista francese Lumieres Internationales Magazine. Scrittore a tempo perso. E' anche uno studente di Giurisprudenza. Coltiva da anni la passione della musica e del canto ed ha una sua band. Non chiedetegli cosa voglia fare da grande, perché non lo sa.