Crea sito

Ribera. Ruvolo chiede all’Asp interventi per il “double face” al Pronto soccorso tra pazienti Covid e ordinari

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Il sindaco del Comune di Ribera Matteo Ruvolo ha inviato una lettera al direttore dell’ Ospedaliero Ribera dott. Salvatore Cascio e al Commissario Straordinario ASP Agrigento Dott. Mario Zappia con la quale segnala problemi sulla gestione del Pronto Soccorso


La lettera sembra una presa di coscienza delle criticità riportate nll‘articolo a firma di Gaetano Montalbano, pubblicata ieri dalla nostra testata, nel quale si evidenziava che “I pazienti Covid trasportati dal 118 all’ospedale di Ribera vengono trattati negli stessi locali dove vengono visitati i pazienti non Covid”.

Una problematica non di poco conto che ha messo in allarme il primo cittadino, che ha chiesto al direttore del nosocomio riberese e al Commissario Straordinario ASP Agrigento di intervenire con urgenza.

Di seguito la lettera integrale:

“Preg.mo Direttore, recentemente mi sono giunte diverse segnalazioni sulla gestione del Pronto Soccorso dell’Ospedale di Ribera, allorquando vengono trattati soggetti affetti da coronavirus.
Secondo quanto riferitomi, i pazienti con COVID verrebbero di fatto ricevuti e visitati nella stessa struttura preposta alla ricezione degli altri pazienti, da parte dello stesso personale sanitario; ciò sta comportando una certa preoccupazione nell’utenza. Chiedo pertanto alla S.V. di voler verificare la situazione, valutando l’opportunità di predispone percorsi alternativi per l’ingresso ed il trattamento dei pazienti COVID e non COVID; ove ciò non fosse possibile, a tutela della salute dei cittadini, chiedo che vengano predisposte comunque tutte le misure necessarie per evitare in qualsiasi modo anche il minimo rischio di contagio, con i mezzi e gli strumenti opportuni. Resto in attesa di chiarimenti, ed a disposizione per quanto di mia competenza. Distinti Saluti”.


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Redazione

Pubblicato da Redazione

Redazione di Fatti&Avvenimenti

Lascia un commento