⦿ Ultim'ora

Roma: uccide l’ex compagna con colpi di fucile a canne mozze poi si costituisce. La  coppia aveva un figlio di 9 anni

La donna stava andando al lavoro quando è stata raggiunta da due colpi sparati da un fucile a canne mozze che non le hanno lasciato scampo

E’ accaduto oggi, 4 luglio, intorno alle 14, in via degli Orseolo, a Roma.  La vittima è Manuela Petrangeli, una fisioterapista di 51 anni. Secondo una prima ricostruzione, la donna stava passeggiando insieme a una collega di lavoro nel quartiere Portuense, quando è stata raggiunta dal suo ex compagno al volante di una Smart, che le si è accostato con la macchina e ha sparato almeno due colpi di fucile a canne mozze: il primo l’ha raggiunta ad un braccio, poi mentre la donna provava a scappare è stata colpita da un’altra pallottola al petto.

Poco dopo l’uomo, un 53enne che sarebbe l’ex compagno della vittima, si è costituito in una caserma dei carabinieri ed  ha consegnato il fucile con cui ha ucciso la donna. A quanto si apprende non risulterebbero denunce presentate in passato. La coppia, che si era lasciata da tre anni, aveva un figlio di 9 anni. Sull’omicidio la procura di Roma ha aperto un fascicolo coordinato dai pm del pool antiviolenza. Sul corpo della donna verrà disposta nelle prossime ore l’autopsia. Inutili i tentativi di rianimarla da parte del 118, la donna è morta sul colpo.