S.Margherita Belice. Consegnato a Carlo Ginzburg il premio G.Tomasi di Lampedusa. Targa Fijet all’attore Scianna

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Sabato 3 agosto, consegnato allo storico Carlo Ginzburg il premio letterario internazionale Giuseppe Tomasi di Lampedusa. Targa della Fijet Italia assegnata all’attore Francesco Scianna

Alla cerimonia presenti l’ex assessore Sandro Pappalardo, oggi ai vertici dell’Enit, Raoul Russo, capo della segreteria del nuovo assessore Manlio Russo e il giornalista Giacomo Glaviano, presidente dei giornalisti del turismo.

Interessanti momenti di musica e spettacolo nella piazza Matteotti stracolma di spettatori. La serata del Premio letterario internazional ”grande strumento di promozione turistica” organizzato dal Comune di Santa Margherita di Belice, di concerto con l’Istituzione Giuseppe Tomasi di Lampedusa è stata condotta dai bravissimi Nino Graziano Luca e l’attrice Roberta Giarrusso.

“E’ un grande piacere vedervi in tanti e numerosi – ha sottolineato il Sindaco Franco Valenti – . La Sicilia è bella e va promossa e valorizzata anche attraverso la letteratura e la cultura. Grazie al nostro Premio Letterario siamo diventati fra le “cento eccellenze italiane, fra le cento mete culturali”.

Il Premio Letterario Internazionale Tomasi di Lampedusa, patrocinato dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali, dagli Assessorati Regionali Beni Culturali e Turismo, da quest’anno è stato inserito all’interno del calendario regionale dei grandi eventi di richiamo turistico e culturale della Sicilia.

Sul palco lo ha ribadito con orgoglio l’ex assessore al turismo Sandro Pappalardo, ora ai vertici dell’Enit, il quale ha manifestato il suo compiacimento per l’inserimento del premio letterario margheritese nella lista speciale, grazie al lavoro svolto dalla commissione nominata dal Governatore Musumeci. Nella circostanza ha ringraziato ufficialmente il giornalista Giacomo Glaviano per il supporto dato nella scelta delle 45 importanti manifestazioni che contribuiscono alla crescita e lo sviluppo del turismo in Sicilia.

A rappresentare e porgere il saluto del nuovo assessore regionale al turismo Manlio Messina il capo della segreteria particolare Raoul Russo.

Quattro i momenti significativi della serata aperta dal commovente omaggio ad Andrea Camilleri, scomparso il mese scorso, a lungo applaudito dal numeroso pubblico. E’ seguita la premiazione del progetto-concorso: ”L’Officina del Racconto” che ha visto sul podio la quattordicenne Desirè Mangiaracina con il lavoro: “Una vita assieme”.
A tal proposito Gori Sparacino, direttore del Premio Letterario Giuseppe Tomasi di Lampedusa ha detto che “L’Officina del racconto deve rappresentare il futuro del Premio Letterario Internazionale”.

Un bel momento musicale l’esibizione della cantautrice siciliana Giulia Mei, vincitrice di due premi Lauzi per la migliore musica e finalista alle Targhe Tenco 2019. I suoi brani ”Tutta colpa di Vecchioni e Vivi” hanno riscosso ripetuti e scroscianti applausi riservati anche ai due ballerini del famoso ballo del Gattopardo Nino Barbera e Rita La Sala.

Gioacchino Lanza Tomasi, presidente della giuria ha letto la motivazione del premio assegnato a Carlo Ginzburg con una sintesi delle immagini dei vincitori delle precedenti edizioni. Poi è toccato a Carlo Ginzburg, vincitore per la sua opera: ”Nondimanco”, il quale visibilmente commosso ha affermato: ”Sono tante le emozioni che sono scattate in me per avere vinto un premio legato al ricordo ed alla memoria dell’autore del Gattopardo. Sono emozionato, commosso e toccato dal profondo. E mi sento compiaciuto e soddisfatto per avere conosciuto questo luogo straordinario come Santa Margherita di Belice che prima non conoscevo”.

Salvatore Ferlita, uno dei componenti della giuria, ha evidenziato che il vincitore Carlo Ginzburg ha lanciato il monito-appello sull’importanza che sia “la scuola a porsi urgentemente al centro della nostra società”.

Due gli ospiti d’onore: l’attore siciliano Francesco Scianna e il maestro-cantante Angelo Branduardi. Scianna, è stato il protagonista maschile del film Baarìa per la regia di Giuseppe Tornatore, si è esibito in alcune letture delle Opere di Tomasi di Lampedusa evidenziando la grandezza culturale ed artistica di Giuseppe Tomasi di Lampedusa e Giuseppe Tornatore.Uno spazio è stato riservato anche ad Antonella Ferrara, creatrice di “Taobuk”- Taormina International Book Festival.

Gran finale di 40 minuti con Angelo Branduardi, accompagnato dalla sua talentuosa band, che ha riproposto i suoi brani più noti: “La pulce d’acqua, La luna, Il dono del cervo, Ballo in fa diesis minore, Cogli la prima mela e Alla fiera dell’est”.

di Anna Maria Massaro


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Redazione

Pubblicato da Redazione

Redazione di Fatti&Avvenimenti