S. Michele di Ganzaria (CT). Tenta di uccidere padre e madre: la donna colpita con un cacciavite è gravissima

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Powered by Rock Convert

Un 24enne ha tentato di uccidere entrambi genitori: ferisce il padre e colpisce la madre con un cacciavite alla testa, poi si barrica in casa: arrestato dai carabinieri

È accaduto in un’abitazione in via Elio Lambertino a San Michele di Ganzaria, piccolo centro in provincia di Catania. Secondo quanto ricostruito dai Carabinieri intervenuti sul posto, un giovane di 24 anni, forse in preda ad un raptus di follia, si è scagliato con violenza inaudita contro entrambi i genitori per ucciderli o forse con l’intento di punirli per qualcosa che non ha gradito.

Il giovane ha prima colpito il padre, di 65 anni, con un fendente, poi si è scagliato contro la madre, di 57 anni, colpendola con un cacciavite alla tempia. La donna è rimasta gravemente ferita.

Il 24enne dopo l’aggressione si è barricato in casa e i militari dell’Arma arrivati nell’abitazione, hanno trovato la porta sbarrata. Ne è nata una mediazione con l’aggressore, con carabinieri che sono riusciti a convincerlo ad arrendersi consentendo di soccorrere i genitori.

Sono quindi intervenuti i sanitari del 118 che hanno soccorso il padre trovato con un trauma cranico e diverse ferite alla testa, la prognosi è di 30 giorni. La madre invece, ferita gravemente alla tempia, è stata ricoverata all’ospedale Cannizzaro di Catania , dove lotta tra la vita e la morte.

Il 24enne è stato arrestato e associato nel carcere di Caltagirone e il coltello ed il cacciavite utilizzati per l’aggressione sono stati sequestrati. Dovrà rispondere di tentato omicidio.


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Precedente S. Margherita Belìce. Inaugurato il Barbera Center: 5000 mq totalmente privi di barriere architettoniche Successivo Agrigento. Altro “schiaffo” della Regione all'ATI: "fate quanto richiesto in 30 giorni o inviamo commissario straordinario"