Sciacca. Ass.re Tulone: “Non saremo presenti alla BIT di Milano, ma nemmeno Di Paola c’era”

  •  
  •  
  •  
  •  

L’amministrazione di Sciacca tenta di defilarsi dalle polemiche sulla BIT di Milano con il classico “mal comune mezzo gaudio”: “Noi non ci siamo, ma neppure Di Paola c’era”

“La BIT (borsa internazionale del turismo) di Milano rappresenta, non certo da quest’anno, ma da sempre, una vetrina e un opportunità.

L’ultima presenza importante e ben programmata, – scrive oggi l’assessore Tulone – promossa del comune di Sciacca alla BIT di Milano risale al 2011, con il dottor Vito Bono Sindaco e l’architetto Michele Ferrara Assessore al turismo; presenza garantita attraverso un auto finanziamento degli stessi amministratori i quali a suo tempo scesero di pagarsi tutte le spese pur di essere presenti.

Addirittura, si segnala una nota stampa, datata gennaio 2013, a firma dell’allora vicepresidente vicario del Consiglio provinciale di Agrigento, Mario Lazzano, il quale pubblicamente denunciava il fatto che, nonostante la Provincia di Agrigento avesse organizzato uno stand per la promozione dell’offerta turistica del nostro territorio alla bit di Milano e nonostante l’amministrazione del tempo fosse stata tempestivamente informata della opportunità, avesse deciso di non partecipare.

Va altresì rimarcato come rispetto agli anni precedenti oggi la presenza a questi eventi internazionali è penalizzata dall’assenza della provincia regionale che in passato organizzava queste vetrine e da una minore disponibilità economico finanziaria della Regione Siciliana che comunque quest’anno promuoverà alla BIT il nostro carnevale.

È vero, noi quest’anno non saremo presenti alla BIT come Comune, perché la consideriamo un’opportunità da programmare, così da non limitarci ad una “passeggiata” improvvisata a Milano. Valuteremo per il futuro, di concerto con la Regione e soprattutto con gli operatori turistici del nostro territorio, se programmare una presenza seria del territorio di Sciacca che sia davvero significativa e che lasci tracce concrete, concordando assieme se e come essere presenti alla BIT.”


  •  
  •  
  •  
  •  
Politica, Sciacca

Informazioni su Sean Gulino

Giornalista Direttore responsabile di Fatti&Avvenimenti. Nato a Partinico (PA), ma saccense. Ha sempre vissuto a Sciacca, dove fin da giovanissimo si è appassionato alla politica locale. Scrive da quando aveva 17 anni, scrive di tutto perché "così è giusto che sia". Ha scritto principalmente per il giornale ControVoce di Sciacca e per il Fatti&Avvenimenti, ma suoi articoli sono apparsi anche sui quotidiani La Valle dei Templi.net, LinkSicilia (MeridioNews), La Voce di New York e tanti altri giornali agrigentini, regionali, nazionali ed internazionali. Da Gennaio 2017 è corrispondente italiano per la rivista francese Lumieres Internationales Magazine. Scrittore a tempo perso. E' anche uno studente di Giurisprudenza. Coltiva da anni la passione della musica e del canto ed ha una sua band. Non chiedetegli cosa voglia fare da grande, perché non lo sa.

Precedente Morti due operai nel palermitano. Messina (UGL): "Poca sicurezza per lucrare di più, lavoratori ne fanno le spese" Successivo Paternò (CT). Beccati due ladri di agrumi: recuperate 2 tonnellate di arance