Sciacca. Ass. teatrali a Caracappa: “L’atrio inferiore del Comune non sia esclusiva di Dolce & Gabbana”

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Le associazioni culturali che si occupano di teatro a Sciacca, hanno incontrato l’assessore Caracappa a cui di fatto hanno chiesto di potere utilizzare l’atrio inferiore del palazzo di città, per spettacoli teatrali

“Teatroltre”, “La compagnia dell’Isola”, il “Club Gruppo teatro 13”, “Porta Vagnu”, “Scialò”, “danza”, hanno avuto un incontro interlocutorio con il neo assessore allo spettacolo Sino Caracappa, nel quale si è discusso sulla necessità delle compagnie locali di avere a disposizione uno spazio adeguatamente attrezzato per le loro manifestazioni.

Le compagnie teatrali hanno individuato in maniera prioritaria – e non poteva essere altrimenti – l’atrio inferiore del palazzo di città, affinché torni ai vecchi fasti di un tempo.

“Detta richiesta – scrivono le associazioni – è legata anche al fatto che il suddetto spazio, saltuariamente già concesso per manifestazioni private, è già stato concesso, come riportato dalla stampa, alla maison Dolce&Gabbana per l’evento che realizzerà nei primi giorni di luglio”.

Una richiesta che mette in evidenza la disparità di trattamento da parte del Comune sull’uso di un bene pubblico, attualmente a disposizione solo di chi “può” chiedere, anche non chiamandosi… “Denim”.


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Precedente Sciacca. Bono e Milioti: “ Dopo finanziamento di 300mila, non si hanno più notizie sulle piscine della Perriera” Successivo Sciacca. Centrodestra contro Leonte: “Vergognoso L'attacco al Comitato Scunchipane che chiede attenzione”

Lascia un commento