Sciacca. Ballottaggio: Messina fa l’apparentamento con FdI e Autonomisti-Sciacca al Centro

Ignazio Messina fa l’apparentamento (ma in modi differenti) con Fratelli d’Italia e la lista “Popolari e Autonomisti e Sciacca al Centro”: così facendo in caso di vittoria avrà ben 15 consiglieri nella sua Maggioranza di governo, in caso di sconfitta avrà comunque la maggioranza numerica al consiglio con 14 consiglieri compreso lo stesso Messina, lasciando a Termine appena 8 consiglieri

Ciò che circolava da giorni si è verificato e non poteva essere altrimenti: le due liste, Fratelli d’Italia e “Popolari e Autonomisti e Sciacca al Centro”, che in prima battuta hanno appoggiato il candidato a Sindaco Matteo Mangiacavallo, per il ballottaggio hanno scelto di apparentarsi con Ignazio Messina.

Un apparentamento “pesante” in relazione ai numeri ottenuti dalle due liste al primo turno, che sommate a quelli ottenuti da Messina che ha sfiorato il 40% per pochi voti, sulla carta, dovrebbe dare un certo vantaggio a questa coalizione. Ma sulla carta, le urne ovviamente sono altra cosa.

Tuttavia una sostanziale differenza è importante da sottolineare. Fratelli d’Italia ha scelto la via dell’apparentamento tecnico ufficiale, che vedrebbe l’entrata, in caso di vittoria, di un Assessore della Meloni e l’elezione di tre consiglieri: Calogero Filippo Bono, Gaetano Cognata e Luana Venezia.

Va detto, che l’accordo raggiunto comunque non è una sorpresa e questo a prescindere dalle voci che circolavano, va da sé infatti che i vertici regionali e nazionali di FdI, partito di destra “e basta”, mai e poi mai avrebbero permesso una qualsiasi forma di collaborazione con PD e M5S, fermamente di sinistra.

Apparentamento politico invece per la lista “Popolari e Autonomisti e Sciacca al Centro” (in cui però la componente Sciacca al Centro di Fabrizio Di Paola rimane fuori dall’accordo) che otterranno un assessore, ma comunque vada vedranno eletto solo Lorenzo Maglienti, che comunque sarà un voto in più sottratto all’Opposizione. In caso di vittoria dunque, Messina potrà così contare non sui 15 “previsti formalmente”, ma su 16 consiglieri.

Dunque gli assessori della giunta Messina in caso di elezione saranno: Caterina Santangelo per la lista “Messina Sindaco”, Pasquale Bentivegna per “Insieme per Sciacca”, Michele Ferrara per la lista “Sciacca Terme Rinasce”, Filippo Bellanca per “Ventiventidue”, Carmela Santangelo per “Onda”, Giuseppe Milioti per “Fratelli d’Italia” e Lorenzo Maglienti per “Popolari e Autonomisti”.

Lascia un commento