Sciacca. Bono e Milioti: “ Dopo finanziamento di 300mila, non si hanno più notizie sulle piscine della Perriera”

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Powered by Rock Convert

I Consiglieri Comunali Giuseppe Milioti e Calogero Bono, chiedono all’amministrazione notizie, dopo il completamento, delle piscine della Perriera, scomparse da ogni discussione

“Dopo il lavoro dell’ex Assessore Emmi che ottenne un finanziamento di 300.000 euro che permise il completamento dei lavori , – scrivono Bono e Milioti – non si hanno più notizie sulle piscine della Perriera. Le ultime sono datate maggio 2017, data nel quale fu pubblicato il bando per la gestione. Da allora non si sa più nulla. ” Sono passati ben due anni “
Nella nostra Sciacca da quando amministra il centro sinistra con a capo il Sindaco Valenti “tutto cade nell’oblio, nel silenzio.
Non è possibile accettare che un’opera come questa, completa al suo interno e potenzialmente fruibile per la città, non si riesca ad avviare.

Non è possibile che il Sindaco che detiene la delega allo sport non abbia attivato le dovute procedure per la emissione di un nuovo bando, che considerato la precaria situazione finanziaria del comune richiede una ancor più attenta valutazione delle modalità di affidamento, posto che appare difficilmente sostenibile una compartecipazione dell’ente alle spese di gestione della struttura”.

“Interveniamo sulla vicenda – continuano i consiglieri – perché l’area circostante il complesso di quello che dovrebbe essere un punto di riferimento per scuole, ragazzi e sportivi in genere invece è solo ricettacolo d’erbacce, sporcizia e deposito di materiali vari ma anche per chiedere al Sindaco se conosce quale sia oggi lo stato degli impianti e delle attrezzature delle piscine, considerato che i periodi d’inattività potrebbero provocare danni irreparabili e guasti permanenti. Chiediamo altresì se gli stessi impianti siano stati sottoposti a manutenzione e tenuti in efficienza regolarmente in attesa che si trovi la soluzione.
All’inizio di questa consiliatura avevamo detto che il Sindaco Valenti manca di idee per lo sport , oggi lo stato disastroso dell’impiantistica deputata allo sport ne è la prova”.”

“Caro Sindaco – concludono i due esponenti dell’opposizione – nonostante lei con le parole dica altro, i fatti dimostrano che in questi due anni è stata molto impegnata in giochi di poltrone da dividere e rimodulazione continua di deleghe e non ha avuto mai il tempo di pensare a trovare una soluzione o qualcuno che possa gestire queste piscine. Non ha nemmeno fatto un tentativo, questo la dice lunga sull’interesse che nutre per lo sport.

Queste insieme ad altre questioni purtroppo ci portano a pensare che sia arrivato il momento per il Sindaco Valenti oltre che togliere tra le deleghe la delega alla pesca, debba togliere anche la delega allo sport ed avviare la pianificazione delle sue dimissioni senza aspettare che i consiglieri comunali siano legittimati a firmare una mozione di sfiducia perché a quel punto sembra essere la cosa più responsabile da fare”.


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Precedente Milazzo (ME). Logopedista prende a schiaffi i bimbi: sospeso per 10 mesi - il video con le violenze Successivo Sciacca. Ass. teatrali a Caracappa: “L'atrio inferiore del Comune non sia esclusiva di Dolce & Gabbana”