Crea sito

Sciacca. Cappelle gentilizie al cimitero: Opposizioni presentano interrogazione

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Cappelle gentilizie al cimitero. Consiglieri d’Opposizione presentano interrogazione dopo annuncio dei vicesindaco Caracappa

cappelle-gentilizieLo scorso 20 febbraio l’Assessore al Ramo Silvio Caracappa ha diffuso, a mezzo post pubblicato sulla suo profilo personale su social network, una nota con la quale si preannunciava l’imminente messa a disposizione della Città di nuove aree cimiteriali per la realizzazione di Cappelle e sarcofagi.

Inutile evidenziare il carico di aspettative che una tale notizia ha generato nella popolazione, stante il fatto che da decenni ormai si attende lo sblocco delle aree per la realizzazione di cappelle e sarcofagi.

“La notizia ci sorprende anche per il fatto che ad oggi non ci risultano aree individuate ed immediatamente disponibili all’uso, all’interno dell’area cimiteriale; così come non ci risulta che la Regione Siciliana, Assessorato Territorio ed Ambiente, abbia trasmesso apposito parere in merito alla questione della VAS per l’ampliamento dello stesso cimitero. E dunque ci chiediamo, e soprattutto chiediamo all’amministrazione comunale, quel i elementi di novità di cui non siamo evidentemente a conoscenza, abbiano giustificato un simile annuncio; preghiamo l’Assessore di volerci fornire tali elementi con dovizia di particolari”.

A dirlo sono oggi i consiglieri di opposizione Simone Di Paola, Maurizio Grisafi, Giuseppe Ambrogio, Enzo Sabella, Gioacchino Settecasi, Cinzia Deliberto, Ignazio Catanzaro, Filippo Bellanca, che hanno presentato un’interrogazione all’amministrazione comunale sulla questione, riscontrando che “tale notizia ha generato la diffidenza di quanti, in passato, hanno avuto modo di riscontrare dubbi, anomalie e stranezze nella gestione delle pregresse graduatorie comunali per l’individuazione dei beneficiari di tali concessioni”.

In tal senso, sempre nel medesimo post l’Assessore Caracappa faceva riferimento a non meglio specificate procedure di bando per l’affidamento di tali aree.

“Noi riteniamo – concludono i consiglieri – che proprio rispetto a tali procedure si debba fare la massima chiarezza, al fine di fugare ogni possibile dubbio o sospetto che intorno alle nuove graduatorie si possano registrare aspetti poco chiari, scongiurando in modo assoluto e categorico il rischio di fare figli e figliastri. Vogliamo sapere dunque quali aree siano state individuate e dichiarate immediatamente disponibili alla realizzazione di cappelle e sarcofagi; come è quando L’ARTA si è pronunciata in merito alla redazione della VAS per l’ampliamento cimiteriale; attraverso quali procedure verrà garantita la massima trasparenza, scongiurando il rischio di premature fughe di notizie da taluni uffici del palazzo comunale; vogliamo sapere inoltre come ed attraverso quali accorgimenti verrà assicurata la possibilità che tutti i cittadini, allo stesso identico modo e nello stesso tempo, abbiano notizia delle procedure adottate, sui tempi di scadenza per la presentazione delle domande; e come, in ultima analisi, verrà garantita a tutti i cittadini la possibilità di concorrere al bando senza corsie preferenziali per nessuno, soprattutto garantendo la massima trasparenza rispetto ai criteri adottati per assegnare i punteggi, definire le graduatorie e dunque i beneficiari ammessi”.


  •  
  •  
  •  
  •  
  •