Crea sito

Sciacca. Consiglieri Centro Destra: “Spiagge sporche e semafori guasti su strade per arrivarci”

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Powered by Rock Convert

Per via del Coronavirus di turismo a Sciacca non se ne sta vedendo molto, ma forse l’obiettivo dell’amministrazione Valenti è quello di ridurlo ulteriorimente dato lo stato di abbandono in cui versa la città

A segnalarlo oggi sono i consiglieri Monte, Santangelo e Deliberto, che scrivono: “Che sotto il profilo della pulizia e del decoro della città qualcosa non stia funzionando bene è palese e sotto gli occhi di tutti. – scrivono i consiglieri – Molteplici spiagge del nostro litorale sono ormai prese d’assalto. I bagnanti, però, devono convivere con cumuli di rifiuti abbandonati ed accatastati. Intere montagne di legname trovano posto in molteplici spiagge; stazionano lì da tempo e nessuno si è mai premurato di provvedere ad una urgente rimozione. Chiediamo all’amministrazione di attivarsi al fine di restituire il pieno decoro di ogni singola spiaggia che, per Sciacca, rappresenta fonte di promozione e, ovviamente, di interesse per i turisti”.

Ma il problema non sono solo le spiagge in sé, anche arrivarci è un problema, come spiegano oggi i consiglieri Monte, Cognata e Caracappa. “Lo abbiamo evidenziato a fine maggio ma, ad oggi, non è stato fatto nulla. Gli impianti semaforici che conducono alle località balneari della Foggia e di San Marco continuano a non essere funzionanti. Una chiara situazione di pericolo che, giornalmente, può essere causa di incidenti. Avevamo sollecitato l’amministrazione comunale al fine di tutelare la pubblica incolumità, in considerazione del fatto che quelle arterie stradali sono frequentate, in maniera massiccia, dai ragazzi che, a bordo dei rispettivi scooter, raggiungono le località balneare in pieno giorno ed in piena notte. Esiste la possibilità di rimediare ? Di risolvere definitivamente il problema? Auspichiamo, ancora una volta per il bene della collettività, che gli impianti tornino funzionanti in brevissimo tempo. La noncuranza non giova alla città”.


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Redazione

Pubblicato da Redazione

Redazione di Fatti&Avvenimenti