Sciacca Democratica: “Supportiamo la Valenti, con 2 nuovi assessori deleghe vanno riviste”

  •  
  •  
  •  
  •  

Powered by Rock Convert

Il gruppo politico che fa capo a Nuccio Cusumano fa quadrato attorno al Sindaco ed all’Ass.re Brunetto, ma avverte che con l’entrata di due nuovi assessori in giunta andranno riviste le deleghe già assegnate

“Sciacca Democratica Il coordinamento politico e il Gruppo Consiliare rassicurano i consiglieri Caracappa e Termine sulla posizione chiara e netta di Sciacca Democratica che condivide e sostiene pienamente la guida della città di Francesca Valenti, essendo anche parte integrante del governo cittadino attraverso la autorevole ed efficace presenza dell’avv. Brunetto e dell’ arch Segreto impegnati attivamente nei settori più delicati e complessi della struttura amministrativa del Comune.

A tal proposito in sede di riorganizzazione della Giunta con gli auspicati ingressi di altri 2 assessori, Sciacca Democratica chiederà il riordino delle deleghe assessoriali ed un equa distribuzione delle stesse al fine di assicurare il migliore svolgimento della azione di Governo. Resta immutato e convinto il sostegno alla coalizione e al Sindaco che è la massima espressione.

A chi si attarda in dietrologie leggendo le assenze di qualche consigliere come messaggio di scollamento o di disimpegno diciamo che Sciacca Democratica non stacchera’ mai la spina e non farà mai mancare il solidale sostegno a Francesca Valenti oggetto di frequenti e ingenerosi attacchi da parte della opposizione, a volte con uscite di vero e proprio qualunquismo isterico con una narrazione che contraddice il vero corso del governo della città degli ultimi sei anni scanditi da emergenze di ogni tipo.

La sordità dei Governi Regionali che si sono succeduti hanno nel corso di questi anni confermato una preoccupante e discriminatoria inefficacia verso la città di Sciacca (Terme, Cansalamone ecc ecc). I Sindaci tutti hanno vissuto e subito nel tempo continui tentativi di irresponsabile e significativo disinteresse da parte della Regione verso la nostra Città. Il tritacarne mediatico e di parti politiche di maggioranza a volte e della opposizione prigioniera del suo ruolo di alternativa senza sforzi di responsabilità ha funzionato per Di paola e ora per Valenti. Funziona anche per singoli assessori sottoposti ad un massacro tipico delle battute di caccia che poi si rivelano senza risultati e solo con la magra soddisfazione di avere tentato un bersaglio.

Ed il bersaglio di queste settimane è il nostro assessore Brunetto impegnato in una meritoria e durissima azione di buon governo e di soluzione della emergenza Rifiuti, croce e delizia di tutti gli Assessori che ci sono succeduti, con picchi emergenziali non rimossi dalla memoria della Città. In ragione di ciò va fatta una impietosa e netta valutazione delle ragioni della emergenza Rifiuti cercando le responsabilità vecchie e nuove imboccando la strada migliore con una precisa e non episodica azione dei competenti organi regionali.

Noi ci siamo e ci saremo sempre. La nostra missione continua per un confronto costruttivo che rimuove il cortilume improduttivo e il ricorso alla polemica paesana che ci allontana dalle questioni vere che vanno affrontate con decisa assunzione di responsabilità e con un limpido percorso di consultazioni dal quale auspichiamo un sentire comune sulle grandi questioni e sulla rotta sei prossimi tre anni di consiliatura cogliendo in concreto e con rinnovato compiacimento ogni manifestazione orientata a condivise responsabilità di governo.

Il bene della città esige un cambio di passo, una svolta nelle relazioni politiche e nessuna forza può sentirsi opposizioni pesando sulle spalle dei vari segmenti di opposizione la responsabilità del Governo Nazionale e del Governo Regionale. Attenti all’ opposizione confinata in un contesto locale, il rischio è a cascata e la delegittimazione sarebbe generale”.


  •  
  •  
  •  
  •  
Politica, Prima Pagina, Sciacca , , , ,

Informazioni su Sean Gulino

Giornalista Direttore responsabile di Fatti&Avvenimenti. Nato a Partinico (PA), ma saccense. Ha sempre vissuto a Sciacca, dove fin da giovanissimo si è appassionato alla politica locale. Scrive da quando aveva 17 anni, scrive di tutto perché "così è giusto che sia". Ha scritto principalmente per il giornale ControVoce di Sciacca e per il Fatti&Avvenimenti, ma suoi articoli sono apparsi anche sui quotidiani La Valle dei Templi.net, LinkSicilia (MeridioNews), La Voce di New York e tanti altri giornali agrigentini, regionali, nazionali ed internazionali. Da Gennaio 2017 è corrispondente italiano per la rivista francese Lumieres Internationales Magazine. Scrittore a tempo perso. E' anche uno studente di Giurisprudenza. Coltiva da anni la passione della musica e del canto ed ha una sua band. Non chiedetegli cosa voglia fare da grande, perché non lo sa.

Precedente Ribera. Consiglio comunale con maggioranza assente, D'Azzo: “abbiamo garantito la seduta, ma Pace è solo” Successivo Sciacca. Decreto Salvini "Spiagge Sicure": arrivano 42mila euro per la sicurezza sul litorale saccense

Lascia un commento