Sciacca. Ecco il modulo per presentare la domanda per avere il buono spesa

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Powered by Rock Convert

Il Comune di Sciacca, comunica la modalità con la quale gli aventi diritto, possono accedere ai BUONI SPESA destinati all’acquisto, presso gli esercizi aderenti all’iniziativa

Per venire in aiuto ai soggetti che in questo momento non possono far fronte con proprie risorse ai bisogni primari, Il Comune di Sciacca intende erogare ai nuclei familiari, composti anche da una sola persona, in situazione di grave disagio economico; BUONI SPESA destinati all’acquisto, presso gli esercizi aderenti all’iniziativa, dei seguenti beni: beni alimentari (pane, pasta, carne, pesce, frutta, verdura, ecc…) beni alimentari e di prima necessità destinati alla prima infanzia (latte, omogeneizzati, pannolini, ecc…) beni non alimentari di prima necessità (sapone, dentifricio, carta igienica, shampoo, detersivo per piatti e pavimenti, ecc…) piatti pronti con consegna a domicilio.

Il buono spesa non dà diritto all’acquisto di bevande alcoliche, alta pasticceria e di tutti gli altri prodotti non destinati a soddisfare le necessità più urgenti ed essenziali (es. prodotti di bellezza, elettrodomestici, telefoni cellullari, ecc…).

Sonetti beneficiari: Sono beneficiari dell’intervento i nuclei familiari, composti anche da una sola persona, residenti nel Comune di Sciacca che si trovino in uno stato di disagio socio-economico a causa dell’eccezionalità dell’emergenza Covid- l 9 e che si trovano temporaneamente impossibilitati a soddisfare le primarie esigenze di vita, anche a seguito delle restrizioni imposte dall’emergenza sanitaria in corso.

Criteri per l’accesso al beneficio Possono accedere al beneficio nuclei familiari, composti anche da una sola persona, che si trovino in uno stato di bisogno autocertificato dal richiedente ed accertato dai servizi sociali comunali.

I buoni spesa saranno erogati prioritariamente ai nuclei familiari che non percepiscono alcuna forma di reddito e/o altre forme di assistenza economica da parte dello Stato e/o di altri Enti, compresi gli ammortizzatori sociali ed il reddito di cittadinanza. Il nucleo familiare non dovrà avere una giacenza bancaria/postale, alla data del 31.03.2020, superiore a 10.000,00. L’Ufficio Affari Sociali provvederà a verificare le istanze e a redigere un elenco dei beneficiari tenuto conto del criterio di priorità e dello stato di bisogno autocertificato.

Modalità di calcolo del Contributo in Buono Spesa I buoni spesa, erogati tramite emissione di buoni nominativi del valore nominale di € 20,00 e spendibili fino alla data del 30 aprile 2020, saranno calcolati per nucleo familiare secondo le indicazioni di seguito riportate:

  • € 120,00 per un nucleo composto da una sola persona;
  • € 180,00 per un nucleo composto da due persone;
  • € 240,00 per un nucleo composto da tre persone;
  • € 300,00 per un nucleo composto da quattro persone;
  • € 360,00 per un nucleo composto da cinque persone;
  • € 420,00 per un nucleo composto da sei o più persone. I buoni sono validi per il solo acquisto di generi alimentari e non alimentari di prima necessità per come sopra specificati. Essi sono spendibili soltanto presso gli esercizi commerciali convenzionati con il Comune, non danno diritto al resto ma possono essere spesi per più acquisti, anche in diversi giorni, presso lo stesso esercente.

Modalità e termini per la presentazione della domanda La richiesta di accesso al beneficio dovrà essere redatta secondo questo modello CLICCA — DEBITAMENTE COMPILATO E SOTTOSCRITTO, a cui devono essere allegati: a) copia fronte retro del documento d’identità del richiedente in corso di validità; b) copia della tessera sanitaria (codice fiscale). L’istanza dovrà essere inviata entro le ore 14:00 di venerdì 3 aprile 2020 all’indirizzo di posta elettronica [email protected] oppure tramite whatsapp al numero 3480718758.

Per inoltrare l’istanza, oltre all’e-mail e al numero Whatsapp  il cittadino può utilizzare anche la seguente email: [email protected]

Si invitano i cittadini che hanno già inoltrato l’istanza a inviarla nuovamente utilizzando il nuovo indirizzo.

L’avviso rimane comunque aperto e a scorrimento dei richiedenti aventi diritto fino al 15 aprile 2020

 


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Precedente Inps. Caos Bonus 600 euro, sito va in tilt: oggi al via le domande presentabili per tutto il periodo della crisi Successivo Coronavirs. A Troina, Zona Rossa, muore 51enne e salgono a 112 le persone contagiate dell'Oasi Maria Santissima