Crea sito

Sciacca. “Ignoti incivili” attaccano divieti di ingresso cani nelle ville: il sindaco li rimuove personalmente

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Che Sciacca sia una città dove esiste una piccolissima parte dei cittadini che “odia” i cani lo dimostrano i fatti, ma ora si è superato qualsiasi limite

Sono apparsi dal nulla, posizionati nei luoghi dove i cani dei privati al guinzaglio dovrebbero poter prendere un po d’aria e nessuno sa chi sia l’incivile autore (e con termini ci siamo tenuti “morbidi”). Stiamo parlando di alcuni cartelli che all’ingresso della villa comunale e al parco del Museo del carnevale, ma pare ce ne siano altri, avvisano i cittadini che l’accesso al suo fido animale in quel luogo è vietato.

Immediatamente è scattata la doverosa indignazione di tutte le persone munite di un cervello, che oltre all’orrore del divieto, pensiamo si sono sentite in dovere di differenziarsi da chi li ha attaccati.

Qualcuno, essendo i cartelli posizionati in aree comunali, ha pensato che fosse stata opera dell’amministrazione comunale, ma il sindaco in persona è andata a togliere quei simboli di inciviltà con le proprie mani.

Spesso abbiamo criticato il sindaco Francesca Valenti, ma le nostre critiche sono sempre state sulla gestione dell’amministrazione e mai sulla sua persona e questa volta è doveroso fare un plauso al primo cittadino per il tempestivo intervento.


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Redazione

Pubblicato da Redazione

Redazione di Fatti&Avvenimenti

Lascia un commento