Sciacca. Il PD difende Caracappa ma dimentica che almeno 3 festival sono saltati per sua scelta

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Powered by Rock Convert

Estate Saccense di due mesi, senza fondi e con almeno 3 grandi manifestazioni – Street Food Fest, Aerobic Competition e Sciacca Buskers Festival – saltati grazie alle mirabolanti scelte del Bilbaoman

Il Partito Democratico di Sciacca irrompe oggi nelle polemiche sul cartellone dell’Estate Saccense, e lo fa difendendo Sino Caracappa a spada tratta: “Si può apprezzare o criticare in piena libertà una programmazione artistica, ognuno ha il diritto di esprimere i giudizi estetici, culturali o, per l’appunto, artistici che ritiene opportuno. Purché tali apprezzamenti rientrino nell’ambito di un civile confronto di idee; cosa che non è accaduta”.

E va detto, il PD ha assolutamente ragione. Come è possibile che un assessore si prenda la libertà dipensare di comprare o vendere un’attività artistica di un professionista allo stesso modo di come comprare o vendere delle banane, cetrioli, o frutta in genere”?

Oppure anche, come è possibile che un assessore per motivare le sue scelte artistiche arrivi a dire in una intervista:C’è necessità di cambiare genere e stile musicale, anche per evitare le odiose batterie suonate male che io ascolto in tanti concerti. Sarebbe bello e opportuno che i giovani si indirizzassero verso altri generi, ne esistono tanti, la musica è così varia che non è necessario rompere i timpani”.

Sicuramente il civile confronto si è superato. Tuttavia il PD resta convinto delle sue posizioni e incalza dicendo che l’assessore Caracappa: “potendo contare su risorse infinitamente più limitate degli anni precedenti, ha costruito un cartellone di assoluto rilievo, introducendo all’interno dello stesso momenti di crescita culturale e di indiscussa innovazione”.

Sulle innovazioni stendiamo un velo pietoso e magari ne riparleremo in futuro, ma la storiella delle risorse limitate però è totalmente inaccettabile, dopo la delibera di Giunta Comunale n. 34 del 26 Febbraio riguardante l’evento di moda di D&G in cui viene riportato l’esenzione del canone Cosap (art. 29 lettera b) in quanto “evento rientrante nelle finalità istituzionali”. 

“Grazie” a quella delibera, la Tesoreria Comunale con comunicazione di provvisorio incasso n. 4135 dell’8 luglio 2019, ha incassato appena 3.812,50 per un evento privato che ha interessato il centro storico e municipio di Sciacca per parecchi giorni.

E adesso, dopo aver concesso quasi a gratis il centro di Sciacca a privati sulla base di una presunta pubblicità che al 27 di luglio ci siamo già dimenticati, il PD viene a dire che il Cartellone degli eventi dell’estate saccense è limitato perché il Comune non ha soldi? E’ imbarazzante. 

Poi la nota difensiva del PD di Sciacca si concentra sulle polemiche con la Scirocco srl per la mancata organizzazione dell’edizione 2019 dello Street Food Fest.

Adesso, non vogliamo entrare nel merito delle polemiche, ma l’assessore Caracappa ci risulta che sia riuscito non solo a bloccare l’organizzazione di quello che era un pilastro dell’estate saccense ormai da anni, ma è riuscito a non inserire altre due splendide iniziative – entrambe presentate nei tempi consoni e con ampio margine – che al contrario si sarebbero dovute coltivare, nell’ottica di un’estate saccense ricca di eventi seri e organizzati, non limitati al singolo spettacolo. Parliamo ovviamente dell’Aerobic Competition di Pippo Vullo e dello Sciacca Buskers Festival.

L’Aerobic Competition, quest’anno non ci sarà. Ed è un peccato, perché parliamo di una manifestazione sportiva di altissimo livello che coinvolgeva i più grandi atleti della ginnastica aerobica internazionale. L’evento era coordinato da Pippo Vullo, presidente del Sodalizio Sportivo “il Discobolo ASD”, noto per i risultati sportivi di indiscusso valore nazionale e internazione con i quali i suoi atleti danno lustro a Sciacca. 

Altro evento che quest’anno non ci sarà è lo Sciacca Buskers Festival – festival di altissimo livello di Artisti Circensi e non solo –, che il suo promotore principale, Calogero Di Leo, quest’anno voleva proporre per l’Estate Saccense. Eppure non è andato bene neppure questo, l’intesa non si è trovata neppure lì, pare per motivi economici e comunque questa è stata la giustificazione.

Ed è singolare che non sia andato bene considerato che il sindaco Valenti e l’allora Vicesindaco Bellanca durante la prima edizione del dicembre 2017 lo definirono: “Straordinario spettacolo, con eccezionali artisti e grandissima partecipazione, in diverse piazze e vie del centro storico. Tantissima gente presente a meravigliarsi e ad applaudire, nonostante il freddo. L’arte ha riscaldato gli animi. Un appuntamento da ripetere”.

Ecco Sindaco Valenti, che era un appuntamente da ripetere lo doveva dire pure a Caracappa, capiamo che cambiando spesso assessori sia difficile tenere tutti aggiornati, ma una nota su un post-it la poteva scrivere.


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Politica, Prima Pagina, Sciacca, Spettacoli , , , , ,

Informazioni su Sean Gulino

Giornalista Direttore responsabile di Fatti&Avvenimenti. Nato a Partinico (PA), ma saccense. Ha sempre vissuto a Sciacca, dove fin da giovanissimo si è appassionato alla politica locale. Scrive da quando aveva 17 anni, scrive di tutto perché "così è giusto che sia". Ha scritto principalmente per il giornale ControVoce di Sciacca e per il Fatti&Avvenimenti, ma suoi articoli sono apparsi anche sui quotidiani La Valle dei Templi.net, LinkSicilia (MeridioNews), La Voce di New York e tanti altri giornali agrigentini, regionali, nazionali ed internazionali. Da Gennaio 2017 è corrispondente italiano per la rivista francese Lumieres Internationales Magazine. Scrittore a tempo perso. E' anche uno studente di Giurisprudenza. Coltiva da anni la passione della musica e del canto ed ha una sua band. Non chiedetegli cosa voglia fare da grande, perché non lo sa.

Precedente Sciacca. Oggi debutto de “La Chiave dell’incanto” che darà il via a 13 repliche fino al 10 agosto Successivo Sciacca. Tenta di rubare 3 ciclomotori, sorpreso minaccia agenti con una spranga e ragazzi con un bisturi