Crea sito

Sciacca. Italia Viva contro la Regione: “Ass.re Pierobon reintegri tutti i Comuni su bando rifiuti”

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Powered by Rock Convert

Doveva essere un bando veramente poco chiaro quello che la Regione ha emanato sui rifiuti, tanto è che su 97 progetti presentati dai comuni, 92 sono pervenuti oltre il termine di scadenza. Per questo Italia Viva chiede oggi alla Governo Musumeci di provvedere reintegrando le domande

“L’ufficio comunale ecologia diretto dal Dott. Nando Rapisardi su indirizzo del sindaco e dell’ex Ass. Carmelo Brunetto ha lavorato alacremente per la presentazione dei progetti che sono stati inviati al Dipartimento regionale Acqua e Rifiuti, per partecipare a due avvisi di cui alle misure 6.1.1. e 6.1.2. del PO.FESR 2014/2020. L’importo complessivo richiesto è stato di circa 1 milione e 200 mila euro.

È stato previsto l’ampliamento del centro di raccolta comunale della Perriera e la collocazione di attrezzature per il compostaggio locale della frazione umida dei rifiuti solidi urbani (tre compostiere, due in contrada Sovareto, una alla Perriera)”.

Purtroppo però, Sciacca come tutti i Comuni della provincia di Agrigento partecipanti al bando è stata esclusa poiché gli allegati collegati all’istanza sono pervenuti oltre il termine di scadenza.

Italia Viva punta oggi il dito contro la Regione, rea per i cusumaniani di aver emanato un bando che “è stato più volte rimaneggiato”: “l’assessore regionale Pierobon, – scrivono – ha affermato che l’avviso non prevedeva soccorso istruttorio… Ma come, con l’ultima visita farsa (che ha ottenuto l’unico risultato di chiudere l’antiquarium) del presidente Musumeci, non ci dicevano di dover effettuare chiamate di raccomandazione-spiegazione per il finanziamento sui teatri?”

“Su 97 progetti presentati dai comuni, 92 hanno interpretato male il bando o era un bando non chiaro solo per coloro i quali lo avevano scritto, rispetto ai termini indicati?

Dopo l’errore per l’esclusione del finanziamento per il teatro, provveda la regione a reintegrare tutti i comuni e non a riaprire i termini così come comunicato dall’assessore Pierobon.

Se possono riaprire i termini che lo facciano anche per il teatro”.

 

 


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Redazione

Pubblicato da Redazione

Redazione di Fatti&Avvenimenti