Sciacca. Matilde Porrello della Discobolo a podio alla Prima prova Nazionale Gran Prix Kinder di Lucca

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Powered by Rock Convert

Il Discobolo ASD Sciacca è sempre capofila della sciabola siciliana, confermato anche questa volta con l’ottimo podio di Matilde Porrello nella categoria giovanissime

Inizia dalle pedane del polo fieristico di Lucca la stagione agonistica nazionale per gli under14, il fine settimana è una delle tappe del percorso di avvicinamento che culminerà nel mese di maggio a Riccione con il Gran Premio Giovanissimi “Renzo Nostini”. La prima tappa del circuito nazionale vede protagonisti 485 sciabolatori, di cui ben 306 sciabolatori under14 e 179 sciabolatrici under14.

La due giorni di Lucca dedicata alla Prima prova Nazionale del Gran Prix “Kinder Joy of Moving” di sciabola maschile e femminile under14 ha dato i responsi delle pedane, decretando il miglior risultato degli atleti della Discobolo Sciacca con Matilde Porrello medaglia di bronzo nella categoria giovanissime sciabola femminile.

Questi i risultati dei sei atleti della discobolo presenti a Lucca: Matilde Porrello 3^ classificata categoria giovanissime sciabola femminile; Maria Vittoria 35^ classificata categoria giovanissime sciabola femminile; Sofia Figlioli 15^ classificata categoria allieve sciabola femminile; Mario Maglienti 31^ classificato categoria ragazzi sciabola maschile; Tommaso Rossi 33^ classificato categoria allievi sciabola maschile; Giuseppe Porrello 37^ classificato categoria ragazzi sciabola maschile.

“Eccellente prestazione di Matilde – commenta a caldo il tecnico nazionale Pippo Vullo – che conferma lo stato di salute della sciabola saccense, ancora una volta ci siamo affermati con un ottimo risultato, avremmo potuto centrare una finale ad otto anche con Sofia Figlioli, ma l’infortunio alla caviglia non le ha consentito di proseguire il percorso, speriamo che non sia nulla di serio e che presto possa riprendere gli allenamenti, un pò sotto tono i maschi della sciabola, ma sono sempre nella medio alta classifica, devo spendere due paroline in più per l’esordio di Mario Maglienti in campo nazionale, che centra un ottimo tabellone dei 32, appena dieci anni, ragazzino da costruire ma con grande “testa schermistica” sono sicuro che verrà fuori un ottimo atleta, sul gruppo posso solo confermare che è un ottimo gruppo coeso e affiatato, dobbiamo lavorare un pò di più sulla consapevolezza delle nostre certezze, solo allora i miei ragazzi capiranno che devono osare, il coraggio è…. scegliere di agire nonostante la paura e vincere conquistandola, solo allora saremo liberi!!!”


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Precedente Ribera. Opposizione su Riberambiente: "Pace naviga a vista, non ha coraggio di assumersi responsabilità" Successivo Agrigento. Convegno architetti su “Norme tecniche 2018 Sisma Bonus e Sblocca Cantieri”

Lascia un commento