Sciacca. Messina, Ambrosetti e Ferrara: “Ecco il bando delle Terme, completo di tutto… basta giochini”


Si è tenuta stamattina la conferenza stampa dell’associazione #ORABASTA, che con il contributo di Alfredo Ambrosetti e Michele Ferrara, ha presentato alla stampa il “Bando per la concessione delle Terme”

Presente al gran completo il Tavolo Tecnico per le Terme di Sciacca, costituitosi nei giorni scorsi su iniziativa dell’ associazione #ORA BASTA!, composto da professionisti del settore tecnico-urbanistico-legale e precisamente dal Dr. Alfredo Ambrosetti, Architetto Michele Ferrara, Ingegnere Giuseppe Di Giovanna, Avv. Ignazio Messina, Avv. Caterina Santangelo, Architetto Agostino Friscia, Architetto Michele Coco, Geometra Alfonso Cutruneo.

I componenti di questo Tavolo Tecnico , come promesso, oggi hanno presentato alla stampa, il bando completo per la concessione a soggetto terzo delle Terme di Sciacca e nei prossimi giorni lo presenteranno al sindaco di Sciacca e all’assessore alla Regione Armao, sperando che venga preso in considerazione. Il bando ci tengono a precisare i presentatori è totalmente a titolo gratuito.

Per Ignazio Messina le terme devono essere affidate in gestione comprensive di tutto il patrimonio termale, incluso stufe e albergo di monte S. Calogero e l’ex Motel Agip, solo così un privato potrà sviluppare un’impresa in linea con la concorrenza. No dunque allo spezzatino che la Regione ha come progetto.

 

Alfredo Ambrosetti che si è definito l’ultimo “highlander” delle terme, per la sua lunga gestione, ha spiegato i dettagli legali e i criteri con i quali il bando è stato redatto, rispettando tutte le norme attuali.

 

Michele Ferrara, invece ha spiegato come tecnicamente siano stati affrontati e risolti i problemi riguardanti la fognatura dell’albergo di S. Calogero e quelli di catastazione.

 

 

Il bando secondo i presentatori, non da più la possibilità di accampare “scuse” alla Regione, che invece proprio due giorni fa ha pubblicato una “Manifestazione di interesse”, che di fatto servo solo a perdere altro tempo.


Redazione

Pubblicato da Redazione

Redazione di Fatti&Avvenimenti