Crea sito

Sciacca. Opposizione, “Città in stato indecoroso”: riuscirà il sindaco a pulire entro il 30 settembre?

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Powered by Rock Convert

I consiglieri al Comune di Sciacca Cognata, Deliberto, Monte, Caracappa e Santangelo, evidenziano ancora una volta la situazione definita “indecorosa” in cui versa la città ex termale

 

“Intere zone del centro antico della nostra città – scrivono i cinque consiglieri – non godono più, da tempo, del giusto decoro. La stagione estiva, ormai entrata nel vivo, sta mostrando all’esterno tutte le debolezze e le dimenticanze dell’amministrazione comunale in carica.

E’ assurdo che i quartieri, le piazze, le antiche scale della nostra città siano ridotte a vere e proprie discariche: cosi non va. Abbiamo spesso atteso in silenzio e con pubblici e sereni inviti all’amministrazione comunale, che la situazione tornasse alla normalità ma, ad oggi, la situazione è, al contrario, in continuo peggioramento. Mai si era arrivati a questo punto”.

“L’indignazione e la tristezza – continuano Cognata, Deliberto, Monte, Caracappa e Santangelo – sono sentimenti diffusi nell’animo dei saccensi che attoniti assistono a questo triste giornaliero panorama. E’ intollerabile la situazione in Via Porta di Mare dove i canneti hanno invaso la strada ed è intollerabile che la scala dello “sciddicaloro” sia diventata una latrina.

Ed è alquanto intollerabile che il marciapiede che costeggia la nuova ed affascinante Galleria Fazello sia invaso dai rifiuti e dalle erbacce. Non funziona cosi. Non è questa la mentalità turistica ed amministrativa che questa città merita. Aggiungere altro sarebbe superfluo o, peggio ancora, sarebbe come mettere il coltello nella piaga. Per riportare questa nostra città ad uno stato di pulizia degno del nostro nome servirebbe l’ausilio di un esercito di operatori addetti alla scerbatura. Mala tempora currunt”.


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Redazione

Pubblicato da Redazione

Redazione di Fatti&Avvenimenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.