Sciacca. Padre e figlio beccati a pescare 1.500 ricci di mare sequestrati con l’attrezzatura e 6000 euro di multa

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Powered by Rock Convert

I militare della Guardia Costiera di Sciacca, hanno beccato due pescatori subacquei con 1500 ricci di mare che sono stati sequestrati: ai due è stata elevata anche una multa di 6000 euro

Il sequestro è avvenuto in località Foggia a Sciacca, a seguito della segnalazione di un privato cittadino. Ai 2 trasgressori pescatori subacquei sportivi S.L. Di 55 anni e G.L. 21, rispettivamente padre e figlio entrambi di Sciacca, oltre al sequestro di 1.500 esemplari di riccio di mare, sono state contestate violazioni amministrative per un totale di 6.000 euro per aver pescato un quantitativo di ricci superiore a 50 esemplari, così come previsto dalla normativa nazionale, oltre che l’uso di apparecchi di respirazione subacquea non consentiti per la pesca sportiva.

Inoltre, sono state sequestrate la totalità delle attrezzature subacquee utilizzate dai due trasgressori per la pesca della risorsa ittica in questione. Successivamente i 1.500 ricci di mare, poiché ancora in stato vitale, sono stati rigettati in mare.

Fondamentale è risultato l’intervento del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia dei Carabinieri di Sciacca che hanno supportato in modo determinante l’azione dei militari del Circomare per reprimere tale fenomeno che contribuisce a mettere a rischio la biodiversità e la salute del litorale saccense.


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Precedente Sciacca. Terme: Manifestazione d’Interesse andata deserta, nessuna proposta presentata: Messina aveva ragione Successivo Modica (RG). Picchia anziano per un parcheggio: 46enne condannato a 3 anni e 8 mesi e 10mila euro di risarcimento