Sciacca. Spazzatura maleodorante davanti gli alberghi di Mangia, Centro Destra: “Come mai ora non si lamenta più?”

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

I consiglieri di centro-destra evidentemente non hanno dimenticato né gli attacchi a Fabrizio Di Paola, né le manifestazioni di amicizia dimostrate dal patron di Aeroviaggi Antonio Mangia alla candidatura a sindaco di Francesca Valenti ed in occasione del tour di Matteo Renzi per promuovere il suo libro e la candidatura alle regionali di Fabrizio Micari

Quella di ieri era una della prima domeniche della stagione estiva. Temperature più calde del previsto e turisti pronti a godere delle bellezze della nostra città. Non siamo, ovviamente, nel periodo più caldo dell’estate ma la nostra città è già meta di innumerevoli turisti e molti di essi alloggiano nel complesso turistico di Sciacca Mare. Quel complesso turistico che, come spesso ribadito anche in passato, rappresenta una delle maggiori entrate dell’imposta di soggiorno comunale.

“Un complesso turistico che, – spiegano oggi dal centro-destra – negli anni, ha visto il suo patron, il cavaliere Mangia, entrare nel dibattito locale in merito ad alcune “pecche sulla gestione delle politiche turistiche” di cui la nostra città, a suo parere, soffre ma anche su altre vicende di carattere politico sulle quali non ci soffermeremo.

Eppure, mi chiedo come mai da un pò di mesi a questa parte non sentiamo più alcuna lamentela. – si chiedono nel centro-destra saccense – Si potrebbe dire che le cose sono cambiate e che non vi è nulla di cui lamentarsi. Ma le foto dimostrano come la organizzazione odierna e la programmazione di verifica e controllo relativamente alla vicenda rifiuti non è gestita per niente bene.

Cassonetti stracolmi di spazzatura e maleodoranti hanno accompagnato l’intera giornata di domenica in tutta la zona della Sitas. Fetore ovunque e spazzatura presa d’assalto da cani e gatti. Per niente un Belvedere per i nostri turisti e per quelli residenti all’interno dei rinomati alberghi di SciaccaMare.

Sarebbe opportuno che l’Amministrazione facesse fronte all’inciviltà, ahinoi, di alcuni nostri concittadini con maggiori controlli e soprattutto con una presenza più forte sul territorio. Non possiamo permetterci, e non siamo in emergenza, di regalare panorami come quelli ritratti nelle foto”.


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Redazione

Pubblicato da Redazione

Redazione di Fatti&Avvenimenti