Sciacca. Viale della Vittoria a senso unico? Perplessità dei commercianti: “già fatto e fallito 10 anni fa”

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Powered by Rock Convert

Non appena la notizia è trapelata, i commercianti della zona e non solo, sono letteralmente saltati dalle sedie: la circolazione nel Viale della Vittoria a Sciacca, dovrebbe essere cambiata da doppio senso a senso unico

I commercianti non ci stanno, già in crisi ed in attesa di un confronto con l’amministrazione, oggi dopo questa notizia, inviano una nota al Sindaco Francesca Valenti e tutti gli Assessori, nella quale esprimono tutte le loro perplessità, evidenziando che questo “esperimento” fu già stato fatto 10 anni or sono e risultò fallimentare.

Di seguito la nota integrale.

In relazione alle notizie diffuse nella mattinata di oggi 08.11.2019, esprimiamo le nostre perplessità nei confronti di questo singolo intervento in viale della vittoria, già oggetto di tale provvedimento circa 10 anni addietro, poi revocato in quanto ritenuto fallimentare. Tutto ciò al di fuori da un più ampio progetto riguardante la viabilità e i parcheggi, non è da ritenersi né sufficiente né risolutorio ai problemi lamentati nel centro storico.

Ribadiamo quindi, che si intende riportare al centro del dibattito politico locale la problematica dei parcheggi all’interno del centro storico e nel perimetro dello stesso, condizione essenziale per pianificare un rilancio del centro storico in termini di vivibilità generale ma soprattutto in termini turistici e commerciali.

Il centro storico saccense soffre una strutturale mancanza, quantitativa e qualitativa, di posti auto che permettano all’utenza proveniente dalle zone periferiche e dall’hinterland di raggiungere con facilità i luoghi di maggiore interesse che sono insiti nel centro storico.

In tal senso, è stato già dimostrato come il numero di parcheggi ad oggi esistente non sia sufficiente ad assolvere le necessità dell’utenza a cui si rivolge, considerando che questa situazione ha già notevolmente ridotto il flusso di turisti, di visitatori e avventori dell’hinterland che prediligono dirigersi in località dove vi è maggiore cura e attenzione all’accoglienza del visitatore e che ciò sta comportando la chiusura di moltissime attività, ed altre ne chiuderanno molto a breve, la svalutazione degli immobili commerciali e residenziali e il progressivo spopolarsi del centro stesso, considerato come invivibile e scarsamente attrattivo anche dagli abituali residenti stessi.

Le nostre considerazioni valutano due aspetti della problematica, in primis quello qualitativo poiché non vengono sfruttati a dovere i posti auto già presenti nel centro storico che necessitano di essere meglio organizzati tramite, ad esempio ma non solo, la collocazione di chiare e ben visibili indicazioni che invitino l’utenza a usufruire di parcheggi già esistenti ma non segnalati a dovere e con, in aggiunta, chiari segnali con le indicazioni e la distanza per raggiungere il centro storico che dovrebbe, inoltre, essere raggiungibile tramite apposite navette dalle zone periferiche più popolose con frequenza regolare.

In secundis analizziamo l’aspetto quantitativo, per il quale è necessario avviare immediatamente la realizzazione di un progetto che risolva definitivamente il problema del numero di parcheggi a disposizione della città, tale progetto non può che essere la realizzazione di un nuovo parcheggio, da almeno 500 posti auto in prossimità del centro storico che è già stato oggetto di parecchi studi, a cura di uffici pubblici o società private che hanno proposto delle soluzioni che avrebbero permesso di evitare la situazione di stallo che stiamo vivendo e in tal senso risulta quindi fondamentale l’approvazione del PUMS avvenuta tramite Deliberazione del Consiglio Comunale n. 3 del 26.01.2017, che avvalora la nostra tesi e consente di intervenire con assoluta celerità in relazione alla programmazione ed ai vincoli esistenti.

Con provvedimenti di questo tipo si potrebbe alleggerire la mole di veicoli che quotidianamente invade le strade e congestiona la viabilità di tutto il territorio saccense, si darebbe la possibilità a tutti i residenti nel comune, turisti, visitatori dell’hinterland e avventori in genere di raggiungere il centro storico, dare l’input per una rinascita dello stesso e, solo a quel punto, potere istituire delle zone pedonali ed una più ragionata ZTL che in mancanza di tali provvedimenti sarà sempre una complicazione alla viabilità ordinaria che è già strutturalmente caotica.

Tali provvedimenti non sono scindibili, essi sono accomunati da carattere di urgenza, necessitiamo di immediati interventi tampone per invertire la situazione in atto ed un immediata pianificazione circa la realizzazione di nuovi parcheggi nell’immediato futuro per potere continuare ad investire sul territorio e ricominciare ad attirare l’interesse generale nei confronti del territorio di Sciacca.

Il comparto confida in un esito positivo nell’incontro previsto per Lunedi 11.11.2019.


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Precedente Marsala. Smantellata rete di prostituzione con ragazze sfruttate e violentate: 3 persone arrestate - VIDEO Successivo Trapani. Percepiva reddito cittadinanza ma aveva una pasticceria abusiva: beccato dai Finanzieri

Lascia un commento