Sciacca. Vullo alla giunta e all’On Catanzaro: “Lo sport è uguale per tutti, tranne che per i politici”

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Powered by Rock Convert

È un attacco duro quello che Giuseppe Simone Vullo rivolge al deputato regionale Michele Catanzaro e a tutta l’amministrazione Valenti

“Troppa ignoranza in tema si sport e nessun apprezzamento per noi”. Questo in sintesi il pensiero di vullo che poi aggiunge: “La Discobolo non ha apprezzato il tentativo del’On Catanzaro di fare passerella con lo sport”.

Di seguito la nota integrale.

“Tutti gli sport devono essere trattati sulla base dell’uguaglianza.” Così citava Pierre De Coubertin. I principi di questo famoso e storico pedagogista francese sono ormai riconosciuti in tutto il mondo; e di testimonianze ne possiamo trovare quante ne vogliamo, anche lo “Sport Paralimpico” rafforza ulteriormente questo pensiero. Lo sport deve essere accessibile a tutti e non ha controindicazioni, anzi, porta benefici allo spirito prima ancora che al fisico. Chi lo pratica lo sa, lo sport può “cambiarti la vita”: lo sport è un vero e proprio “STILE DI VITA” che aiuta a credere in noi stessi, nelle nostre possibilità e al tempo stesso ci mette alla prova con i nostri limiti e ci sprona a superarli, saper cogliere ogni giorno una nuova sfida, sapersi “mettere in discussione senza paura nè presunzione”.

Per fare sport CI VUOLE CORAGGIO. I nostri miti sono uomini e donne che hanno saputo fare dello sport e della propria passione un vero successo ed è proprio da questi esempi che dovremmo partire. Nello sport, come nella vita, ciò che conta è valorizzare i propri talenti.

Tutti possiamo praticare sport, ognuno a suo modo e secondo le proprie possibilità. Tutti grazie allo sport possono divertirsi, migliorarsi e raggiungere traguardi.

Per questo motivo il valore che si attribuisce allo sport deve essere sempre alto, di qualunque categoria o genere esso sia, perchè lo sport sa arricchire la nostra persona e la nostra esperienza di vita. Il segreto è proprio di guardare alle possibilità prima che ai limiti, tutti possiamo attraverso lo sport alimentare le possibilità che ci sono state donate e crederci è il primo passo per realizzare un sogno.

IL SEGRETO È PROPRIO QUELLO D I GUARDARE ALLE POSSIBILITÀ PRIMA CHE AI LIMITI.
Questa è la lunga premessa che faccio per chiedere al deputato regionale Michele Catanzaro, se si rende conto di quanto sia lesiva e offensiva la sua iniziativa nei confronti dei tanti giovani che oggi si chiedono del perchè i loro risultati sportivi non sono mai stati attenzionati! Mi auguro che il deputato non ci venga a raccontare che il calcio e il volley sono sport di squadra, perchè la prima cosa che viene in mente sulla sua dichiarazione “Riconoscere gli obiettivi raggiunti da giovani che, con impegno e dedizione si misurano quotidianamente per far crescere le loro società e raggiungere livelli agonistici sempre più alti, è un gesto di stima e incoraggiamento nei loro confronti” è che TUTTI I giovani meritevoli e che hanno raggiunto successo meritano di essere gratificati…cosa penserebbe invece il deputato regionale se gli dicessi che Parec ho allievi forgiati con sacrificio e sudore deterrenti di titoli nazionali, leggendo ed ascoltando le sue dichiarazioni si chiedono, ma perché noi non siamo mai gratificati dalle istituzioni e dei politici, pur dando tanto risalto allo sport nella nostra città?

Io non saprei rispondere, mi auguro che il deputato trovi il modo di rispondere ai tanti giovani meritevoli e bisognosi di gratificazioni. la politica non sempre riconosce uguali diritti e medesimi riconoscimenti, la politica ragiona a modo suo…

Provo a rispondere ai miei dubbi e ai dubbi di chi si li porrà. pensando che forse l’ignoranza in materia di sport regna sovrana e non si ha la percezione di chi 365 giorni all’anno si dedica con impegno e coraggio e spostare i propri limiti, fisici ed economici portando in giro per l’Italia e l’Europa il nome della città.

Adesso personalmente voglio rivendicare solamente la totale indifferenza politica tutta, di ogni partito e ivello, difronte all’evidenza sportiva di questa città e non parlo a nome solamente personale o della Società Sportiva che rappresento, ma mi sento di parlare a nome delle tante altre realtà sportive che hanno raggiunto dei livelli notevoli in termine di risultati sportivi.

Probabilmente si cercherà di strumentalizzare queste parole parlando di invidia nei confronti del calcio e del volley e sarebbe piuttosto spiacevole… proprio perché chi ama lo sport, apprezza e ama tutto lo sport e verso il calcio e il volley nutro e condivido eccellenti rapporti di stima e solidarietà.

Oggi voglio solamente rimarcare il fatto che la politica è becera ed opportunista, sempre in cerca di consensi elettorali e forse poco attenta a ciò che accade attorno a se. Una città senza sport è una città senza cultura, e Sciacca ha la sua cultura solo grazie alla passione indomabile di alcune persone.

Onorevole Catanzaro, Sindaco, riflettete sulla grande mancanza che avete nei confronti dei nostri giovani che non cercano presenze all’Ars per fare passerella, ma un semplice BRAVO e GRAZIE per rendere questo mondo migliore, dalle istituzioni che sono perennemente ASSENTI!!!


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Precedente Bono Milioti: “Sciacca sprofonda e il sindaco azzera la giunta per scaricare le sue incapacità sugli altri” Successivo Patti (ME). Assolda Killer per uccidere l'ex moglie e il suo avvocato: arrestato