Sicilia. Disoccupazione giovanile a +2%, Federconsumatori: “Rischio deserto economico al Sud”


Gli ultimi dati diffusi dall’Istat in merito a occupazione, giovanile in particolare, e prezzi al consumo confermano che il nostro Paese ha bisogno di una terapia shock per far ripartire l’economia.

disoccupazione-sicilia

Secondo Federconsumatori Sicilia un calo della disoccupazione dall’11,6 all’11,4 è assolutamente irrilevante, specialmente se comparato alla crescita di 2% per quanto riguarda la disoccupazione giovanile. Dati che, come ormai è abituale, al sud e in Sicilia sono anche più preoccupanti.

“Non posso che condividere la preoccupazione espressa oggi dal nostro presidente nazionale, Rosario Trefiletti, e dal presidente nazionale di Adusbef, Elio Lannutti”, afferma il presidente di Federconsumatori Sicilia, Alfio La Rosa, che condivide l’appello per un Piano Straordinario per il Lavoro.

“Un Piano per il Lavoro – afferma La Rosa – è ormai l’unica via per alzare i redditi dei cittadini, far tornare a livelli accettabili il potere d’acquisto e, di conseguenza, far ripartire i consumi. E, con i consumi, riparte anche il lavoro con un evidente circolo virtuoso. La conferma di tutto ciò – aggiunge La Rosa – sta nel calo registrato dall’Istat nei prezzi al consumo: un altrettanto preoccupante -0,2”.

La situazione regionale sembra ormai senza ritorno: “Con settembre alle porte, e con tutte le spese che si porta dietro, rabbrividisco al solo pensiero di come il siciliano medio possa affrontare l’autunno”, conclude Alfio La Rosa. Per questo Federconsumatori Sicilia torna a chiedere, oltre al Piano Straordinario per il Lavoro, anche una maggiore attenzione del Governo nei confronti del sud Italia. “Un’area geografica – spiega La Rosa – che ormai rasenta il deserto economico”.


Pubblicato da Sean Gulino

Giornalista Direttore responsabile di Fatti&Avvenimenti. Nato a Partinico (PA), ma saccense. Ha sempre vissuto a Sciacca, dove fin da giovanissimo si è appassionato alla politica locale. Scrive da quando aveva 17 anni, scrive di tutto perché "così è giusto che sia". Ha scritto principalmente per il giornale ControVoce di Sciacca e per il Fatti&Avvenimenti, ma suoi articoli sono apparsi anche sui quotidiani La Valle dei Templi.net, LinkSicilia (MeridioNews), La Voce di New York e tanti altri giornali agrigentini, regionali, nazionali ed internazionali. Da Gennaio 2017 è corrispondente italiano per la rivista francese Lumieres Internationales Magazine. Scrittore a tempo perso. E' anche uno studente di Giurisprudenza. Coltiva da anni la passione della musica e del canto ed ha una sua band. Non chiedetegli cosa voglia fare da grande, perché non lo sa.