Crea sito

Sicilia diventa “zona gialla” da domenica 29: ecco cosa cambia per i cittadini e attività

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Se ne parlava quasi sottovoce, ma adesso è ufficiale: il Ministro della Salute, Roberto Speranza, firmerà una nuova ordinanza con cui si dispone che la Sicilia passa a “zona gialla”. Musumeci: “Soddisfatti, ma non è un liberi tutti”

Dopo 23 giorni dunque la Sicilia lascia la zona arancione e torna ad essere una regione gialla, cioè con minori limitazioni anti Covid-19. La nuova ordinanza entrarà in vigore da domenica 29 novembre.

Ma vediamo cosa cambia per i cittadini e sopratutto per le attività commerciali:

  • Riaprono al pubblico bar, ristoranti e pasticcerie, che possono ricevere clienti, ma fino alle 18 e solo in modalità asporto fino alle 22.
  • La circolazione dei cittadini diventa libera, senza bisogno dell’autocertificazione, in tutta la Regione, quindi si potrà andare da una città all’altra.

Queste le regole nazionali per i territori in zona gialla: coprifuoco notturno, dalle 22 alle 5, mezzi pubblici con capienza al 50 per cento, chiusura per musei, cinema e teatri, e anche per i centri commerciali nei festivi e prefestivi e la didattica a distanza dalla prima superiore.

Il presidente della Regione Musumeci si dice soddisfatto, ma non senza un velo di polemica: “La Sicilia da domenica sarà gialla? Ne prendiamo atto con soddisfazione e continueremo a lavorare con lo stesso impegno messo in campo dall’inizio della pandemia. Nelle prossime ore, insieme all’assessore alla Salute Ruggero Razza, incontrerò il Comitato tecnico scientifico per valutare le misure da adottare alla luce della nuova classificazione”. Poi un avviso che è una stoccata: “Sia chiaro: non è un liberi tutti”.


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Redazione

Pubblicato da Redazione

Redazione di Fatti&Avvenimenti