Sicilia. Finalmente i rifiuti fuori dall’Isola. Legambiente: “Impedire affarismi e speculazioni”


“Lo abbiamo ripetuto, in un anno, decine di volte, e adesso il Governo regionale è finalmente arrivato alla conclusione che, per non saturare nuovamente le discariche, bisogna portare i rifiuti fuori dalla Sicilia, per una fase limitata utile a realizzare finalmente la necessaria e indispensabile impiantistica per gestire il ciclo dei rifiuti”.

discarica

Così oggi Gianfranco Zanna, Presidente di Legambiente che però lancia un monito a scanso di equivoci: “si faccia grandissima attenzione per evitare speculazioni, nuovi affari e, soprattutto, si lavori per avere le massime garanzie sugli impianti che dovranno smaltire i nostri rifiuti”.

“Sappiamo che esistono realtà molto diverse, e noi di Legambiente non vogliamo trasformare qualche Paese straniero nella nostra pattumiera. Il Governo regionale deve attivare rigorose verifiche per sapere dove andranno a finire i nostri rifiuti e come verranno trattati”.


Pubblicato da Sean Gulino

Giornalista Direttore responsabile di Fatti&Avvenimenti. Nato a Partinico (PA), ma saccense. Ha sempre vissuto a Sciacca, dove fin da giovanissimo si è appassionato alla politica locale. Scrive da quando aveva 17 anni, scrive di tutto perché "così è giusto che sia". Ha scritto principalmente per il giornale ControVoce di Sciacca e per il Fatti&Avvenimenti, ma suoi articoli sono apparsi anche sui quotidiani La Valle dei Templi.net, LinkSicilia (MeridioNews), La Voce di New York e tanti altri giornali agrigentini, regionali, nazionali ed internazionali. Da Gennaio 2017 è corrispondente italiano per la rivista francese Lumieres Internationales Magazine. Scrittore a tempo perso. E' anche uno studente di Giurisprudenza. Coltiva da anni la passione della musica e del canto ed ha una sua band. Non chiedetegli cosa voglia fare da grande, perché non lo sa.