⦿ Ultim'ora

Sinner battuto da Alcaraz che vince per 3 set a 2 e conquista la finale del Roland Garros

Carlos Alcaraz, dopo 4 ore e 12 minuti di gioco sotto un sole cocente, batte Jannik Sinner e domenica disputerà  a Parigi la finale del Roland Garros sfidando il vincente tra Zverev e Ruud

Quello concluso oggi a Parigi era il nono incrocio tra l’italiano e lo spagnolo, che vincendo in 5 set (2-6, 6-3, 3-6, 6-4 e 6-3), è di nuovo in vantaggio 5-4, si giocherà il titolo sfidando il vincente tra Zverev e Ruud. Sinner si consolerà lunedì quando sarà ufficialmente il numero uno nella classifica mondiale.

Sinner parte bene, non fallisce un colpo e in appena 41 minuti vince il primo set (6-2). Il secondo set comincia male per Alcaraz che perde subito il servizio, mentre Sinner mantiene il suo: 2-0. L’azzurro, però, con il trascorrere dei minuti va in difficoltà, appare molto meno preciso rispetto a prima e non indovina più nulla. Alcaraz ne approfitta per strappargli due volte il servizio e portarsi sul 5-2.Solo dopo cinque game, Sinner riesce a spezzare l’egemonia dell’avversario e a ridurre le distanze: 5-3. Lo spagnolo conquista il set (6-3) dopo 44 minuti. Il terzo set vede l’altoatesino andare sull’1-0 ma Alcaraz tiene la battuta e fa 1-1. Lo spagnolo sembra avere una marcia in più e con uno splendido passante, fa il break e si porta il 2-1. Finalmente arriva la reazione dell’azzurro che con una gran risposta fa il controbreak, andando sul 2-2, e poi mantiene il suo turno di battuta portandosi sul 3-2. Sinner, però, non si ferma più, soffre, non molla, fa un altro break e poi va sul 5-2. Alcaraz riduce le distanze ma l’italiano chiude a suo favore il terzo set (6-3) in 59 minuti.

Il quarto si snoda sull’onda dell’equilibrio: chi va in battuta porta a casa il game. La svolta arriva al decimo gioco quando Alcaraz strappa il servizio e si aggiudica il set 6-4 dopo 48 minuti di lotta. Nel quinto set, lo spagnolo prende il sopravvento, complice un evidente calo fisico dell’azzurro, e va sul 3-0. Scatto di orgoglio di Sinner che si porta sul 3-1 ma Alcaraz è implacabile e sbaglia pochissimo. Finisce 6-3, dopo 54 minuti, per ‘Carlito’ che domenica sogna di conquistare il terzo Slam della carriera dopo aver vinto nel 2022 gli Us Open e nel 2023 Wimbledon.