Spadafora (ME). Va sotto casa dell’ex compagna che chiama i carabinieri: fermato si sente male e muore

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Powered by Rock Convert

Una tragedia non prevedibile, uno uomo di 42 anni è morto per un malore improvviso dopo essere stato fermato dai carabinieri

È accaduto la notte scorsa a Spadafora, piccolo centro in provincia di Messina. La vittima è Enrico Lombardo, 42enne originario di Messina ma da anni residente a Spadafora. L’uomo si era recato presso l’abitazione dell’ex compagna, che infastidita dalla presenza minacciosa, nei pressi della propria abitazione dell’ex-compagno, in evidente stato di agitazione psico-fisica, ha chiamato il 112NUE, che ha inviato una pattuglia dei carabinieri di Milazzo.

I militari dell’Arma arrivati sul posto, hanno immobilizzato il 42enne, che però ha accusato un malore improvviso. Immediatamente sono state chiamate due ambulanze del 118, che hanno soccorso l’uomo trasportandolo al Policlinico di Messina, ma per non c’è stato nulla fare, il 42enne è deceduto nel tragitto, prima di arrivare al nosocomio.

La salma è ora al Policlinico in attesa dell’autopsia che chiarirà le cause della morte. Le indagini sono condotte dalla procura della Repubblica di Messina che si avvale del personale del Comando provinciale carabinieri.


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Precedente Sciacca e Agrigento. Arrivano i metronotte armati al Pronto Soccorso, esclusi gli ospedali di Canicattì e Licata Successivo Sciacca. Valenti invita opposizioni, Deliberto e Santangelo: "Mai più in maggioranza, votato bilancio solo per LSU"