Spagna. Tutti i tribunale regionali bocciano l’obbligo Green pass in bar e ristoranti: ora è illegale in tutte regioni


I giudici Spagnoli bocciano il Green pass: illegittimo il requisito del possesso del green pass per accedere a bar, ristoranti e locali notturni. Accolti i vari e distinti ricorsi presentati dalle associazioni dei ristoratori che chiedevano di sospendere la vigenza dell’obbligo

In Spagna l’obbligo del Green pass per accedere a bar, ristoranti e locali notturni, è stato bocciato, l’ultimo tribunale regionale ad esprimersi è stato quello della Galizia, che ha dichiarato non valido il requisito di possesso del certificato verde. A chiamare in causa i Tribunali sono state le associazioni dei ristoratori che hanno presentato vari e distinti ricorsi, con i quali chiedevano di sospendere la vigenza dell’obbligo e i giudici hanno accolto la richiesta.

La Galizia è stata l’ultima in ordine di tempo, ma nei giorni scorsi anche le corti di altre regioni, tra cui Andalusia, Cantabria e Canarie – dove i governi locali avevano tentato di applicare la misura – si erano espresse nello stesso senso. Da oggi dunque l’obbligo di green pass è quindi escluso in tutta la Spagna.

Secondo i giudici della Galizia, il governo ha commesso delle irregolarità di procedura non avendo sottoposto correttamente alla valutazione dell’autorità giudiziaria l’ordinanza del 22 luglio scorso, in cui introduceva il green pass obbligatorio in zone ad alto rischio di contagio. Per l’ordinamento spagnolo l’ok del tribunale era in questo caso indispensabile, trattandosi di una misura limitativa di diritti individuali.


Redazione

Pubblicato da Redazione

Redazione di Fatti&Avvenimenti