Spiagge Sicilia. Aumentano le “Bandiere Blu”: salgono a 10 tra le province di Ragusa, Messina e Agrigento

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Assegnate le Bandiere Blu 2021: sui 201 Comuni italiani vincitori del prestigioso riconoscimento internazionale della FEE – Foundation fon Environmental Education – indice di grande salubrità delle acque di balneazione, ben 10 sono siciliane, con due new entry rispetto allo scorso anno

menfiSono 10 le spiagge d’eccellenza in Sicilia che quest’anno  hanno visto riconosciutasi la “Bandiera Blu”, tutte concentrate nelle tre province di Messina, Ragusa e Agrigento. A Messina sono state: Alì Terme, Roccalumera, Santa Teresa di Riva, Lipari, Tusa. In provincia di Agrigento: il Lido Fiori Bertolino di Menfi. In provincia di Ragusa: (Marina di) Modica, Ispica, Pozzallo, la stessa Ragusa.

Un buon risultato per la Sicilia quest’anno che vede l’entrata tra le spiagge Bandiera Blu dei Comuni di Modica (RG) e Roccalumera (ME) e nessun fuoriuscito dalla classifica. Certo un risultato comunque migliorabile per un’isola come la Sicilia, ben lontana dalla capolista delle Bandiere Blu tra le Regione Italiane, rappresentata dalla Ligura che di Bandiere ne conta ben 32.

Del resto ottenere l’agognato riconosciumento non è per nulla facile, dato che viene assegnato sulla base di criteri rigidissimi ed imperativi come l’assoluta validità delle acque di balneazione secondo regole più restrittive di quelle previste dalla normativa nazionale sulla balneazione (solo quelle classificate come “eccellenti” negli ultimi quattro anni), regolari campionamenti delle acque effettuati nel corso della stagione estiva, ma anche efficienza della depurazione delle acque reflue e della rete fognaria, raccolta differenziata, vaste aree pedonali, piste ciclabili, arredo urbano curato, aree verdi.

Fra i 32 criteri di valutazione per questo “sigillo di qualità” assegnato da una Giuria nazionale di cui fanno parte anche i ministeri della Transizione ecologica, delle Politiche agricole e del Turismo, ci sono anche strutture alberghiere, servizi d’utilità pubblica sanitaria, informazioni turistiche, segnaletica aggiornata ed educazione ambientale.


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Redazione

Pubblicato da Redazione

Redazione di Fatti&Avvenimenti