Torna l’incubo terremoto: ieri quattro scosse avvertite nel Trapanese fino ad Alcamo


Anche in Sicilia torna l’incubo del terremoto. Ieri sera e parte della nottata, uno sciame sismico di intensità crescente ha messo paura nel Trapanese.

sicilia_cartina

Le scosse di terremoto registrate sono state quattro, la prima avvertita dalla popolazione alle 18,53, evento confermato dall’Istituto di geofisica e vulcanologia con una intensità di 2.8 della scala Ricther e una profondità di 8 chilometri. Poco dopo ne è arrivata una seconda più forte e più profonda, di intensità 3.0 . I sismologi hanno dichiarato una profondità di 13 chilometri sotto il livello della crosta terrestre e per questo avvertita allo stesso modo dalla popolazione alle 19,05.

Le autorità rassicurano la popolazione ed inivitano alla calma, ma la gente spaventata, è scesa ugualmente in strada, soprattutto ad Alcamo, a Calatafimi ed in altri centri del Trapanese.

A seguire, ci sono state altre scosse ma di intensità inferiore, che hanno causato molto panico e tensione, che sono state registrate alle 20.44 e alle 22,28 con intensità ormai decrescente, 2.6 e poi 2.0.

Al momento lo sciame sismico sembra essersi arrestato, ma nella popolazione  resta la paura.


Redazione

Pubblicato da Redazione

Redazione di Fatti&Avvenimenti