Trafugava reperti archeologici nel sito di Monte Saraceno: arrestato


Nella trascorsa nottata, i Carabinieri della Stazione di Ravanusa, nel corso di un servizio di controllo del territorio, hanno arrestato in flagranza di reato: MINACORI Giuseppe, classe 1986, operaio di Ravanusa residente in Germania, poiché resosi responsabile dei reati di furto aggravato e danneggiamento aggravato.

reperti-e-materiale-sequestrato

I Militari dell’Arma, nel corso di un servizio di perlustrazione delle aree rurali della città di Ravanusa, intervenivano in quella località “Monte Saraceno”, all’interno di un’area archeologica, ove sorprendevano il 30enne operaio ravanusano mentre era intento a trafugare ed a caricare sulla propria autovettura Ford Fiesta con targa tedesca, ben 126 frammenti di reperti archeologici in ceramica, verosimilmente risalenti al IV secolo A.C., poco prima sottratti all’interno della predetta area, facendo uso di un metal detector e vari arnesi da scavo, venendo però bloccato ed ammanettato dai Carabinieri.

In seguito a successiva perquisizione locale, estesa presso l’abitazione dell’operaio, venivano altresì rinvenuti altri reperti archeologici, il tutto posto sotto sequestro e repertato dai Carabinieri.

L’arrestato, espletate le formalità di rito, veniva condotto presso la propria abitazione in regime di arresti domiciliari, in attesa dell’udienza di convalida, così come disposto dall’Autorità Giudiziaria.


Pubblicato da Sean Gulino

Giornalista Direttore responsabile di Fatti&Avvenimenti. Nato a Partinico (PA), ma saccense. Ha sempre vissuto a Sciacca, dove fin da giovanissimo si è appassionato alla politica locale. Scrive da quando aveva 17 anni, scrive di tutto perché "così è giusto che sia". Ha scritto principalmente per il giornale ControVoce di Sciacca e per il Fatti&Avvenimenti, ma suoi articoli sono apparsi anche sui quotidiani La Valle dei Templi.net, LinkSicilia (MeridioNews), La Voce di New York e tanti altri giornali agrigentini, regionali, nazionali ed internazionali. Da Gennaio 2017 è corrispondente italiano per la rivista francese Lumieres Internationales Magazine. Scrittore a tempo perso. E' anche uno studente di Giurisprudenza. Coltiva da anni la passione della musica e del canto ed ha una sua band. Non chiedetegli cosa voglia fare da grande, perché non lo sa.