Truffa all’Inps da 1.5mln di euro: finti braccianti agricoli percepivano la disoccupazione


Non è una novità quella scoperta dalle Fiamme gialle.

Finanza-braccianti-agricoli

Con il solito stratagemma di una finta assunzione stagionale come braccianti agricoli, due ditte di Giarre in provincia di Catania, permettevano a 292 persone di riscuotere l’indennità di disoccupazione e gli assegni familiari.

La truffa è stata scoperta dalla guardia di Finanza di Catania che ha denunciato sia i titolari delle due aziende che i 292 falsi braccianti. La somma sottratta all’Inps è di circa 1,5 milioni di euro. Le ditte in pratica, hanno assunto persone compiacenti dichiarandole all’Inps come braccianti stagionali nei campi, al compimento del tempo previsto, scattavano le domande per l’indennità prevista per i giorni di disoccupazione.

La truffa presenta aspetti ancora più inquietanti, pare infatti, che le ditte fossero state costituite solo per realizzare la truffa, quindi di fatto non operanti nella raccolta di prodotti agricoli.


Redazione

Pubblicato da Redazione

Redazione di Fatti&Avvenimenti