⦿ Ultim'ora

Trump attacca Biden: “Se lo hanno fatto a me possono farlo a chiunque” e per l’elezioni riceve 35 milioni di dollari in donazioni

Dopo il verdetto di colpevolezza di giovedì Trump in conferenza stampa attacca Biden e giudice: “Se fanno questo a me possono farlo a chiunque“

Lo ha dichiarato the Donald a New York dopo il verdetto del processo per i presunti pagamenti in nero alla pornostar Stormy Daniels. Il tycoon, che si è ricandidato per la presidenza alle elezioni del prossimo novembre ha aggiunto:“Lotto per la Costituzione, è una cosa più grande di me” ed ancora “È “gente cattiva e malata”, riferendosi ai suoi avversari, definiti “fascisti”.

Trump ha attaccato senza mezzi termini il giudice che lo ha condannato, Juan Merchan, definendolo “in conflitto di interessi” e “corrotto” e definito il presidente Joe Biden come il “mandante politico” della presunta persecuzione giudiziaria alla quale è sottoposto. “Sono pronto a fare tutto quello che devo fare per salvare il Paese e la Costituzione” e “continuerò a combattere”, ha detto il tycoon, che ha citato lo slogan simbolo delle sue campagne, “Make America Great Again”.

Trump inoltre ha definito il processo in cui è coinvolto “truccato” e parlando della sua battaglia politica ha detto: “Lo sto facendo per il Paese e per la Costituzione. È una cosa più grande di me e della mia presidenza“. Ha aggiunto: “Non dovrebbe accadere in futuro ad altri presidenti”.

Il tycoon ha concluso la conferenza stampa durata circa 40 minuti con un appello ai suoi elettori: “Il 5 novembre è il giorno più importante della storia del nostro Paese“. Il riferimento è alla data delle prossime elezioni presidenziali.