Uccide la moglie a coltellate e fugge, poi cosparge l’auto di benzina, si dato fuoco e muore carbonizzato

Uccide la moglie 38enne con una coltellata e si dà alla fuga, poi il drammatico epilogo: l’omicida cosparge l’auto d benzina e da fuoco con lui dentro. Muore carbonizzato

Matteo Verdesca e Donatella Miccoli in una foto sul profilo Facebook dell’uomo

La tragedia è avvenuta poco prima delle 2 nella notte tra sabato e domenica in un appartamento di Novoli. cittadina a pochi chilometri da Lecce. Una donna di 38 anni, Donatella Miccoli, è stata uccisa con una coltellata da suo marito, Matteo verdesca, che dopo essersi dato alla fuga è stato trovato morto carbonizzato.

Secondo quanto ricostruito dai Carabinieri, la coppia era rientrata a casa da una festa in paese, quando i vicini di casa li avrebbero sentiti litigare con violenza, mentre la figlioletta di 7 anni e il bimbo di appena due dormivano nella stanza accanto. A causa delle forti urla i vicini, hanno allertato le forze dell’ordine.

Sempre secondo quanto al momento ricostruito, Verdesca, dopo aver colpito la moglie con un fendente, si è allontanato a bordo di una Renault Clio di colore bianco, intestata alla vittima, facendo perdere le tracce. Poi avrebbe telefonato alla propria madre, confessando in stato confusionale quanto accaduto e raccontandole di aver “fatto un casino”, infine si è dato alla fuga. La donna ha quindi allertato i soccorsi denunciando l’episodio e sul posto sono arrivati gli operatori del 118, che purtroppo, non hanno potuto fare nulla per Donatella: la lesione provocatale dalla coltellata non le ha lasciato scampo.

Intanto l’omicida dopo la fuga, si ferma in una stazione di servizio, riempe delle taniche e imbocca le strade di campagna circostanti, quindi cosparge l’auto di benzina e si è dato fuoco, morendo carbonizzato all’interno dell’abitacolo.

Sono stati i carabinieri del comando provinciale di Lecce e della compagnia di Campi Salentina, che grazie all’intervento di un elicottero dell’Arma che ha sorvolato l’area circostante, nella mattinata di domenica hanno ritrovato la vettura bruciata.

Le indagini sull’accaduto sono condotte dai militari della Sezione investigazioni scientifiche, che hanno ispezionato l’appartamento in cui la coppia viveva assieme ai due bambini, dove hanno repertato le tracce ematiche e sequestrato il coltello.

Lascia un commento